Politica

Merola, 10 anni sindaco: "Il mio destino è stato quello del mediano, non del mediocre. Una bella fatica"

Passante, pandemia, la data delle prossime elezioni e la preparazione di un rendiconto. Virginio Merola verso fine mandato (il secondo e l'ultimo): "Il sindaco che verrà potrà aprire una fase nuova e potrà contare su uno dei migliori bilanci di Italia"

Dieci anni di Virginio Merola sindaco di Bologna. Allo scadere dei due mandati a Palazzo d'Accursio, il sindaco uscente è stato invitato dalle Acli (che gli hanno dato un bel 7 come voto finale) a fare una sorta di bilancio per ripercorrere le tappe fondamentali, i momenti cruciali, le difficoltà e la condizione degli enti pubblici oggi in relazione alla politica nazionale. Per Merola il limite dei due mandati ci sta, ed è anzi giusto e bilanciato (scherza parlando di ergastolo): "Penso che il mio ruolo sia stato quello del mediano, del fare squadra, del cercare di tenere unita la città e sbloccare le troppe vicende accumulate". 

"Ruolo del mediano non significa mediocre: è stata una bella fatica"

"Sul nazionale continuano a definirci eccezione e continuano a trascurarci. Mi auguro però che con tutte le riforme che ci aspettano Bologna possa diventare la regola. Il sindaco che arriverà potrà contare su uno dei migliori bilanci di sempre. Penso che il mio ruolo sia stato quello del mediano - sulla scia degli Europei appena conclusi Merola utilizza una metafora calcistica - cioè di fare squadra, cercare di tenere unita la città e sbloccare le troppe vicende che si erano accumulate a partire dalle opere pubbliche. Ma attenzione, non mi sento mediocre: è stata una bella fatica e rivendico il fatto che bisogna saper sceglier (vedi Passante e T-Days)".

E il Passante? "Stiamo lavorando sugli aspetti di miglioramento"

Fra i temi affrontati durante l'intervista mandata in diretta Facebook anche il passante: "Daremo un giudizio positivo, lo confermo perché è nel mio programma elettorale, perchè abbiamo lavorato molto e perchè vedo le file in tangenziale come tutti i cittadini. Stiamo lavorando su aspetti di miglioramento e tecnici della struttura, ma non per perdere tempo. E a proposito di tempi, il 29 luglio è convocata la Conferenza dei servizi e in quella occasione verificheremo i punti di merito e poi si passerà ad un atto di Giunta e se facciamo in tempo sarà il Consiglio comunale a deliberare definitivamente. Dico 'se facciamo in tempo' perchè a settembre scatta l'amministrazione ordinaria e credo che il Consiglio possa fare solo il Question time".

Come di vede fra un anno? "In giro per l'Italia. Per la politica si vedrà"

E quali programmi ha Merola una volta chiuso il mandato? Ancora politica? Più tempo per la vita privata? "Certamente un viaggio con mia moglie destinazione Sud Italia. Bisogna che mi attrezzi psicologicamente e mia moglie ha detto che non dovrò stare tutto il giorno in casa. Tutti mi dicono che sicuramente farò il senatore. Io rispondo, come capita a tanti neo-pensionati, che tornerò ad occuparmi di cose che mi piacevano e che ho strascurato. 

"Bisogna scegliere il momento in cui andarsene"

Uno dei momenti della diretta Facebook organizzata dalle Acli di Bologna  Merola ACLI-2-2

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Merola, 10 anni sindaco: "Il mio destino è stato quello del mediano, non del mediocre. Una bella fatica"

BolognaToday è in caricamento