Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Conte agli agricoltori: "Sui dazi ce la metterò tutta, tuteliamo il Made in Italy"\VIDEO

Il presidente del Consiglio è arrivato in piazza VIII agosto in tarda mattinata. Dopo l'intervento sul palco, visita tra gli stand

 

Gli agricoltori lo dicono forte e chiaro: i dazi americani potrebbero compromettere le esportazioni di Parmigiano anche fino al 90%. L'allarme è lanciato dal Villaggio Coldiretti dove sono arrivati migliaia di allevatori, casari, stagionatori, gastronomi e consumatori. E a riceverlo è il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, arrivato anche lui in tarda mattinata a Bologna.

"Aspettiamo nel giro di qualche giorno il responso dell'arbitrato del Wto sui dazi sui prodotti europei: quella è una decisione che ci farebbe molto male. Per cui vi posso assicurare - afferma Conte - che avete la massima attenzione del governo e mia personale. Non è facile, perché nonostante gli ottimi rapporti anche personali e tra i due paesi, siamo in quadro di negoziato in cui gli Usa difendono i loro interessi nazionali. Anche noi lo facciamo, quindi non è facile intervenire per fare pesare specifiche considerazioni ma ce la metterò tutta".

Made in Italy

"Quando leggo che il parmesan e altri prodotti simili hanno aumentato le loro produzioni, mi preoccupo. La strada è battersi in tutte le sedi, interne europee, internazionali, per garantire qualità, sicurezza e tracciabilità. Dobbiamo varare subito il decreto attuativo - precisa Conte di fronte alla platea di Coldiretti a Bologna - ma la strada è quella della legge di febbraio sull'etichettatura, sull'obbligatorietà dell'indicazione dell'origine sull'etichetta".

Dopo il discorso dal palco, il presidente del Consiglio ha visitato gli stand di piazza VIII Agosto, insieme al presidente nazionale Coldiretti Ettore Prandini, dove è stato accolto da molti addetti ai lavori, e non, con selfie ed entusiasmo.

Scherzoso, poi, allo stand dove si prepara il grana tradizionale, ha detto ai casari: "Non siete ancora pronti, ci vuole ancora un po' per il formaggio forse" e al microfono la dirigenza Coldiretti lo ha omaggiato: "Presidente, ti invieremo una forma stagionata. Questa è una promessa. Vorremmo che firmassi la forma, noi ce ne prenderemo cura per due anni e poi te la spediremo".

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento