Politica

Consiglieri comunali Pdl si autosospendono: "Per salvare il naufragio del partito"

Le conseguenze delle vicende romane hanno ripercussioni anche a Bologna, dove gli storici consiglieri Tomassini e Gattuso si sono autosospesi dal partito e hanno chiesto di pubblicare sul web i conti del gruppi

I consiglieri comunali del Pdl Lorenzo Tomassini e Patrizio Gattuso, a seguito delle vicende romane e delle fratture interne al partito che ne hanno fatto eco si sono autosospesi. Con questo "gesto d'amore nei confronti del Pdl", come lo definisce Tomassini, fanno anche un appello ad Alfano, per capire se sia segretario o liquidatore del Partito.

TOMASSINI: ATTO DI AMORE PER IL PARTITO. "E’ l’ultimo grande gesto di amore nei confronti di un partito. Sono le parole del Consigliere Pdl Lorenzo Tomassini “sono stato un forzista della prima ora, ho la tessera 282 presa a Milano nel 1994. Parlo anche a nome del collega Gattuso, è un tentativo di salvare il naufragIo poiché se il partito rimane fermo, condanna se stesso. Va portato fuori scaricando furbi e lestofanti e va controllato. Dobbiamo considerare che, dopo ciò che è successo a Roma, noi dobbiamo presto chiamare i cittadini a votare Pdl. Chiediamo ad Alfano se vuole fare il segretario o il liquidatore del partito. Spero ci voglia chiamare. Da anni propongo le primarie e la meritocrazia, non voglio fare l’ultimo dei moicani che alla fine viene eliminato. Chiediamo conto anche agli ex-esponenti di AN  che hanno segnato il loro tempo".

AUTOSOSPENSIONE E RICHIESTA DI TRASPARENZA. Due storici consiglieri comunali del Pdl, Lorenzo Tomassini e Patrizio Gattuso, si sono autosospesi dal partito, spiegando di non voler essere conniventi di certi comportamenti e chiedendo "una scossa". Si sono quindi rivolti ad Angelino Alfano: "Se esiste, se il Pdl esiste, è ora di battere un colpo". Dai due consiglieri anche la richiesta a pubblicare sulla rete tutti i conti dei gruppi regionali. Gattuso è consigliere comunale dal 1995, mentre Tomassini da tempo rappresenta un'anima critica nel partito bolognese, alla segreteria del quale si è candidato recentemente venendo però sconfitto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglieri comunali Pdl si autosospendono: "Per salvare il naufragio del partito"
BolognaToday è in caricamento