Politica

Tper citata in tribunale: 'Si mostri contratto con Coopertone'

L'ex grillino in Regione, Favia, chiede documentazione: 'Sempre negata. O li porti in Trobunale o ti prendono in giro'

'Tper: o li porti in tribunale o ti prendono in giro". Lo afferma l'ex grillino Giovanni Favia, in una nota sul proprio blog, riferendosi alla propria richiesta avanzata in qualità di consigliere regionale, più volte rifiutata, di vedere "un contratto di servizio tra Tper (società regionale di trasporto pubblico su ferro e gomma di cui oggi è saltata la privatizzazione per un soffio) e la società Coopertone, finita recentemente sotto indagine della magistratura".

'Un mese fa mi sono stancato dell'ennesimo rifiuto" e - aggiunge - "ho preparato un ricorso al Tar citando Regione e Tper, ma non ho dovuto nemmeno aspettare l'iscrizione al ruolo del procedimento che Tper mi ha proposto attraverso i suoi legali di risolvere in via extragiudiziale. Ho rifiutato. Probabilmente presi dal panico di ricevere una sonora censura e ammenda dal Tar, mi hanno recapitato unilateralmente il materiale richiesto, facendo così cadere la materia del contendere e quindi il procedimento".

'La cosa ridicola - commenta - è che prima provai con le buone trovandomi in commissione, poco dopo il diniego, la presidente Tper Giuseppina Gualtieri (già ex aereoporto, PromoBologna, Ervet etc…). Niente da fare". "È triste constatare - conclude - come ormai si debba ricorrere alla giustizia per far valere dei semplici diritti. E ancor di più essere consapevoli che un consigliere regionale ha la possibilità di difendersi mentre se sei un comune cittadino, nel 90% dei casi, vieni calpestato dalla macchina burocratica".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tper citata in tribunale: 'Si mostri contratto con Coopertone'

BolognaToday è in caricamento