Elezioni a Imola, l'ex prefetto Achille Serra incontra i giovani: "Sta crescendo la malavita"

Il capolista della lista civica 'Cappello sindaca' ha incontrato, ieri sera al bar Renzo, una platea composta perlopiù da giovanissimi, di fronte ai quali l’ex prefetto di Ancona, Palermo, Firenze e Roma ha parlato di legalità

Achille Serra di nuovo tra i giovani per parlare di legalità e sicurezza. Il capolista della lista civica 'Cappello sindaca' ha incontrato, ieri sera al bar
Renzo, una platea composta perlopiù da giovanissimi, di fronte ai quali l’ex prefetto di Ancona, Palermo, Firenze e Roma ha ripercorso le tappe della sua lunga carriera.

Una carriera che lo ha portato spesso all'interno delle scuole di molte città per diffondere la cultura della legalità. "Farò questo anche a Imola, se mi sarà consentito – ha dichiarato Serra, riuscito nella non facile impresa di catturare l’attenzione degli adolescenti, rapiti dalla personalità e dai racconti dell’ex prefetto -. Dobbiamo parlare di droga, lavoro, di come spesso i professori si sentono avviliti, poiché viviamo una fase storica dove, alle volte, i ragazzi prendono a schiaffi i professori. È dunque necessario ricostruire il rapporto importante tra le famiglie e gli insegnanti".

Ultimi episodi di cronaca avvenuti in città fra spaccio e bancomat

Inevitabile, nel corso della serata, un riferimento agli ultimi episodi di cronaca successi in città. "Imola comincia a crescere sotto il profilo della malavita", ha sottolineato Serra, che ha proposto una serie di azioni da mettere in campo, nel caso venga eletto: "Oltre alla fondamentale attività nelle scuole, è necessario valorizzare il corpo della polizia municipale, che non può essere un mero contravventore. Il vigile urbano rappresenta
invece l'antenna sul territorio per le forze di polizia. L'amministrazione pubblica deve essere vicina alle forze dell'ordine, e il sindaco ha la  ossibilità di lavorare affinché ci sia uno scambio proficuo di relazioni tra i vari corpi presenti in città. Poi c'è il tema della droga, approdata anche a Imola – ha proseguito l'ex prefetto -. Il sindaco dovrà illuminare le periferie, perché sotto la luce non si spaccia. Oggi assistiamo a spaccate, esplosioni ai bancomat, ho letto di brutti episodi accaduti in città. Occorre presidiare il territorio, perché la presenza della divisa scoraggia i malviventi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quello di ieri sera è stato "un incontro fortemente voluto dalla nostra lista – ha aggiunto Carmen Cappello -. Abbiamo la responsabilità di coinvolgere i giovani per spiegare loro, future generazioni adulte, la visione che abbiamo della città di Imola per i prossimi anni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo a Bologna e provincia: persone intrappolate dall'acqua, allagato anche l'asse attrezzato

  • Coronavirus, altri 4 studenti positivi in 4 scuole: 78 in quarantena

  • Pianoro, morto il 17enne coinvolto nell'incidente auto-moto

  • Covid, tre positivi in due istituti scolastici di Bologna. Una classe del Liceo Righi in quarantena

  • Due locali di Bologna tra le '20 Migliori Pizze in Viaggio in Italia'

  • Covid, 3 studenti positivi a Castello D’Argile e a Bologna: coinvolte 49 persone

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento