Politica

Gambaro, popolo del web al voto per l'espulsione. Favia: 'Si certifichi la validità'

Il consigliere regionale mette in dubbio la legittimità dell'operazione avviata in internet oggi dal M5S. Accuse al vetriolo vs Casaleggio: 'Non ci si puo' fidare di lui. L'Abc della democrazia vuole che i voti non siano in mano a una persona sola. Nemmeno Grillo è in grado di controllare"

Le operazioni di voto sul blog grillino

Avviata oggi dal M5S  l'operazione di voto online per decidere sull'espulsione o meno della senatrice grillina Adele Gambaro dal Movimento (già votata a maggioranza dai militanti), dopo le sue dichiarazioni che avrebbero leso l'immagine dei 5 Stelle. Ma sull'operazione di suffragio - apparentemente democratica, visto che a dire l'ultima sarà il popolo del web, non gli esponenti del Movimento stesso - infuria tempesta. Illazioni e dubbi sulla veridicità del sondaggio arrivano dal consigliere regionale Giovanni Favia, a suo tempo cacciato dal team di Beppe Grillo.

SOCIETA' ESTERNA PER CERTIFICARE VOTI. "O una società terza certifica o l'operazione di voto è illegittima e Adele Gambaro non dovrebbe riconoscerne la validità". Così l'ex grillino Favia reclama garanzie, attaccando a gamba tesa il GianRoberto Casalecchio, che tira le fila del blog a 5 stelle: "Ci possiamo fidare di Casaleggio? No. - sostiene Favia - L'Abc della democrazia vuole che le operazioni di voto non siano in mano a una persona sola. Paradossalmente, nemmeno lo stesso Grillo è in grado di controllare".

Secondo il consigliere emiliano alla Gambaro verrà riservato "lo stesso mio trattamento, sono i primi commenti in rete e la solita reazione infantile di Grillo che mi fanno temere . Il Movimento è il suo giocattolo e a chi osa criticarlo viene gentilmente mostrata l’uscita. Nulla di nuovo sotto il sole."

IL VOTO SUL BLOG DI GRILLO. Partite alle 11 di questa mattina le votazioni. Sul sito grillino così viene lanciato il suffragio: "La senatrice Adele Gambaro ha rilasciato dichiarazioni lesive per il M5S senza nessun coordinamento con i gruppi parlamentari e danneggiando l'immagine del M5S con valutazioni del tutto personali e non corrispondenti al vero. Per questo i gruppi parlamentari riuniti del M5S Camera e Senato ai sensi del Codice di Comportamento, hanno deliberato a maggioranza di proporre l'espulsione dal gruppo parlamentare del Senato di Adele Gambaro. In occasione delle Parlamentarie, Adele Gambaro aveva promesso che nel caso di disaccordo con la linea del M5S, avrebbe dato le sue dimissioni dal Parlamento, cosa non avvenuta."

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gambaro, popolo del web al voto per l'espulsione. Favia: 'Si certifichi la validità'

BolognaToday è in caricamento