Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alluvione Reno, dall'argine 'incriminato' alle 'eventuali responsabilità': parte esposto

Piccinini (M5S) deposita esposto in Procura e incalza: "Non ci si volti dall'altra parte"

 

"Speriamo che la magistratura non si volti dall'altra parte ed apra un fascicolo" sull'alluvione del Reno. "Lo dobbiamo agli alluvionati e a tutte quelle persone che risiedono in aree a rischio". Cosiì Silvia Piccinini, la capogruppo M5s in Regione, questa mattina in Procura per presentare l'esposto sul cedimento dell'argine nella zona di Castel Maggiore. Nell'esposto, a quanto spiega Piccinini prima di consegnare il faldone, non si formulano vere vere e proprie ipotesi di reato, ma si mettono insieme alcuni fatti avvenuti nei primi giorni di febbraio, quando il Reno e' esondato nella pianura bolognese. Anzitutto i ritardi per i lavori sull'argine 'incriminato', nonostante fossero in teoria "urgenti".

Inoltre secondo i 5 stelle l'argine provvisorio "in alcuni punti non aveva la stessa altezza dell'argine maestro". Infine, di fronte a possibili calamità, "andava garantita l'incolumità pubblica". Ma il ritardo secondo la numero uno dei 5 stelle in Regione e' anche quello dei magistrati, ora 'stimolati' per vie ufficiali ad intervenire. "La cosa che mi pare particolarmente strana- afferma Piccinini durante il breve incontro stampa in via Garibaldi- e' che nessuno abbia aperto un fascicolo, quando in casi simili, penso ad esempio a Lentigione, in quattro giorni la Procura si e' attivata in autonomia. Ci viene detto che è un evento straordinario, in realta' l'unica cosa straordinaria e' il ritardo con cui sono stati fatti i lavori, quindi chiediamo che si indaghi sulla dinamica degli eventi e che vengano accertate eventuali responsabilità".  (Bil/ Dire)

Regione 'scagiona' il bacino di Suviana: 'Non è stato aperto'

Scintille tra governo e Regione sull'argine

"Sbagliato fare lavori a settembre"

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento