Martedì, 15 Giugno 2021
Politica San Donato / Via Aldo Moro

Prima seduta della nuova legislatura in Regione, M5S al PD: "Siete democratico solo a parole!"

Questa mattina si è aperta la decima legislatura in Regione Emilia Romagna: Simonetta Saliera nuovo presidente dell'Assemblea Legislativa ed è polemica

Foto: Davide Zannoni Facebook

In via Aldo Moro è cominciata questa mattina la prima seduta della nuova assemblea regionale dell'Emilia Romagna (qui la giunta dell'era Bonaccini): si tratta della decima legislatura e oggi, il 29 dicembre 2014, è il giorno della prima seduta, presieduta da Pier Giovanni Alleva (intervista a Pier Giovanni Alleva).

Ed è Simonetta Saliera la nuova presidente dell'Assemblea legislativa: proposta dal Pd, la Saliera ha incassato il voto a favore anche del centrodestra (Lega nord, Forza Italia e Fratelli d'Italia). Entrano in Ufficio di presidenza anche l'esponente del Carroccio Fabio Rainieri e la dem Ottavia Soncini come vicepresidenti, Yuri Torri (Sel) e Matteo Rancan (Lega nord) come segretari, Giorgio Pruccoli (Pd) e Tommaso Foti (Fdi) come questori. Resta fuori l'M5s, che aveva proposto Silvia Piccinini per l'Up.

L'ATTACCO DEI 5 STELLE: "Siete democratici solo a parole", attacca Giulia Gibertoni che guida i 5 stelle in Regione e che annuncia il voto di astensione su Saliera. "Siamo coerenti", spiega la grillina, che poi lamenta come l'M5s sia stato escluso dall'Ufficio di presidenza anche nella scorsa legislatura. "E' una cosa molto grave - attacca Gibertoni- di cui portano la responsabilita' la maggioranza e il centrodestra. Abbiamo cinque eletti e siamo la seconda forza di minoranza: c'e' una questione di rispetto del corpo elettorale".

Agli attacchi dell'M5s reagisce Paolo Calvano, indicato come capogruppo Pd in viale Aldo Moro. "Avremmo avuto i numeri per votarci l'intero Up- sottolinea- invece abbiamo deciso per una presenza minima del centrosinistra, lasciando il giusto spazio all'opposizione. C'erano le condizioni per trovare una quadra piu' larga, se ci fosse stato un maggiore impegno di tutti senza stare sempre in una campana di vetro di superiorita' morale".

Rincara la dose il leader della Lega nord, Alan Fabbri. "La democrazia prevede che si prendano i voti dei cittadini e non sul web e in base a quelli si viene in un'assemblea elettiva e si cerca di costruire qualcosa per il bene comune". Fabbri annuncia anche il voto a favore di Saliera "per l'esperienza maturata" e ci tiene a ricordare in apertura della seduta l'ex capogruppo del Carroccio Mauro Manfredini, scomparso nei mesi scorsi. "Con Saliera ci siamo bastonati nella scorsa legislatura- sottolinea Galeazzo Bignami di Forza Italia- non abbiamo mai avuto scambi di cortesie e questo e' il modo in cui ci piace far politica". Nonostante questo, Bignami annuncia che "voteremo convintamente Saliera", anche perche' le 12.000 preferenze prese in cabina elettorale "meritano rispetto".

(Fonte Dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima seduta della nuova legislatura in Regione, M5S al PD: "Siete democratico solo a parole!"

BolognaToday è in caricamento