Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

Welfare, mozione in Regione votata all'unanimità: "No aumento IVA per servizi alla persona'

Dal 1° gennaio IVA dal 4% al 10% per le prestazioni di asili, assistenza domiciliare, comunità per minori, centri disabili gestiti dalle Cooperative Sociali. Leoni: 'Si rischia drastico taglio dei servizi'

“Evitare l’aumento dell’IVA dal 4% al 10% per i servizi alla persona”. È l’impegno chiesto al Presidente della Regione ER e contenuto in una mozione presentata dal Consigliere regionale Andrea Leoni che è stato votata all'unanimità dall'Assemblea Legislativa della Regione Emilia Romagna.

La legge di stabilità, infatti, prevede dal 1° gennaio 2014 l’aumento dell’IVA dal 4% al 10% per le prestazioni di asili, RSA, assistenza domiciliare, comunità per minori, centri disabili gestiti dalle Cooperative Sociali. "Un aumento - denuncia Leoni - che comporterà un aggravio dei costi per le pubbliche Amministrazioni e per le famiglie che si tradurranno inevitabilmente in un drastico taglio dei servizi alla persona e il "frantumarsi" delle attività svolte su tutto il territorio nazionale dalle cooperative sociali".

"Un rischio che deve essere assolutamente scongiurato - sottolinea Leoni - soprattutto per categorie già svantaggiate che vivono in condizioni di grave disagio. Per questo dopo aver depositato un'interrogazione sulla questione ho anche presentato questa mozione che ha trovato il consenso di tutta l'Assemblea legislativa".
Ora la 'palla' passa al Presidente della Regione Vasco Errani, che nelle sedi opportune, dovrà far comprendere al Governo nazionale la necessità di evitare questo aumento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Welfare, mozione in Regione votata all'unanimità: "No aumento IVA per servizi alla persona'

BolognaToday è in caricamento