Venerdì, 17 Settembre 2021
Politica Monghidoro

Monghidoro, Panzacchi si candida per il secondo mandato: "Rispettato il programma elettorale e mantenute le promesse ma c'è ancor tanto da fare"

Se fosse rieletta, Panzacchi incentrerebbe ancora l'attenzione su alcune priorità, quali servizi, famiglia, giovani, lavoro, definitivo superamento del divario digitale, ambiente, sviluppo e promozione del territorio

La sindaca di Monghidoro Barbara Panzacchi si rincandida per il secondo mandato, con la lista 'Monghidoro Passione Comune”: la stessa con cui ha vinto le amministrative nel 2016.

"Sarà di nuovo una lista civica trasversale di respiro locale che metterà il territorio e i suoi abitanti al centro delle sue politiche - spiega a BologaToday- Ho deciso di ricandidarmi per portare avanti con coerenza e continuità le azioni avviate e non ancora concluse e per sviluppare - insieme ai cittadini, alle imprese e alle associazioni - nuovi progetti per il nostro fragile ma meraviglioso Comune, consapevole dell’impegno che richiede il ruolo di Sindaco in una fase storica così delicata ed in un piccolo Comune montano, impegno dal quale non mi sono mai sottratta".

Poi il passaggio sui cinque anni di amministrazione che stanno arrivando a conclusione, con due dettati dalla pandemia: "Questi cinque anni di amministrazione sono stati complessi ma anche entusiasmanti, tanto è l’orgoglio di rappresentare la comunità che amo profondamente- sottolinea - Le problematiche che ci siamo trovati ad affrontare sono state molteplici, inziando dalla crisi occupazionale della Stampi Group passando ai danni determinati dagli agenti atmosferici avversi e dai fenomeni del dissesto idrogeologico, black-out, mancanza di occupazione, per finire con la pandemia ma di volta in volta abbiamo cercato di affrontare e risolvere i problemi. Abbiamo lavorato sodo, con una squadra coesa ed affiatata e questo ha certamente contribuito a lavorare bene e a lavorare insieme e di questo ringrazio davvero la mia giunta ed il gruppo consigliare di maggioranza ma ringrazio anche i cittadini, le associazioni di volontariato ed i rappresentanti delle attività produttive con le quali abbiamo sempre lavorato in grande sinergia".

E ancora: "Il giudizio sul lavoro svolto spetta alle persone. Io posso dire che cinque anni fa ci proponemmo con un programma elettorale credibile, lo abbiamo rispettato, abbiamo mantenuto le promesse, pur rendendoci conto che non sempre sia stato possibile assecondare tutte le richieste e le aspettative della cittadinanza; so però che l’impegno è sempre stato totale e l’ascolto delle persone non è mai venuto meno. Crediamo di aver realizzato opere strutturali importanti e di aver attivato servizi a favore della cittadinanza che mancavano da sempre ( es. asilo nido), adottando politiche fiscali in riduzione anziché in aumento, cercando di comprimere il più possibile le spese dell’ente. Ai cittadini garantiamo lo stesso impegno e la medesima passione. Se non avessimo avuto questo rinnovato entusiasmo non ci saremmo ripresentati".

Quali sono le priorità per Monghidoro? "Se sarò rieletta le principali priorità per Monghidoro da affrontare nel corso del prossimo mandato saranno incentrate su Servizi, famiglia, giovani, lavoro, definitivo superamento del divario digitale, ambiente, sviluppo e promozione del territorio-incalza Panzacchi-Su alcune questioni decideremo autonomamente, mentre su altre lavoreremo insieme agli Enti a noi sovraordinati ( Unione dei Comuni, Città Metropolitana, Regione, Stato centrale), con i quali abbiamo lavorato con grande collaborazione in questi cinque anni trascorsi. In entrambi i casi metteremo lo stesso grande impegno che i cittadini hanno apprezzato in questi cinque anni. I cittadini ci daranno nuovamente fiducia se hanno giudicato positivamente l’operato del primo mandato, il coinvolgimento attivo della comunità, delle associazioni e delle attività commerciali, lapresenza sul territorio, l’attenzione dedicata, l’ascolto sempre pronto e il grande amore per il nostro paese. Ho ancora tanti sogni nel cassetto. Li avevo cinque anni fa e li ho ancora. Credo che sia stato fatto un buon lavoro e so che tanto altro ce n’è da fare.Io sono pronta. Spero che i cittadini rinnovino la loro fiducia e disponibilità a lavorare insieme all’amministrazione, come hanno fatto in questi cinque anni e per questo davvero li ringrazio".

L'attuale sindaca poi conclude: "Tra i grandi sogni c'è quello di terminare il recupero dell’immobile “ex Faro” per ricavare una sala polivalente da mettere a disposizione di giovani, meno giovani, associazioni, cittadinanza tutta, con spazi dedicati al co-working; diventerebbe un centro di aggregazione che da noi manca ed anche per l’importanza che potrebbe avere in ottica di valorizzazione turistica e di servizi, così come altre iniziative di rilancio del Comune, che sempre più dovrà divenire attrattivo nell’ambito del comprensorio appenninico. Si prospettano anni difficili, anche a causa della pandemia e delle ripercussioni che ha comportato e comporterà non solo a livello sanitario ma anche a livello economico e sociale. Crediamo che la nostra comunità abbia la forza ed il coraggio per reagire, con il sostegno, l’appoggio e la collaborazione costante dell’Amministrazione comunale che dovrà avere una visione, una programmazione mirata e la capacità di governare, anche in ambito sovracomunale, le dinamiche che si svilupperanno nei prossimi mesi e nei prossimi anni".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monghidoro, Panzacchi si candida per il secondo mandato: "Rispettato il programma elettorale e mantenute le promesse ma c'è ancor tanto da fare"

BolognaToday è in caricamento