Politica Centro Storico / Piazza San Francesco

Beppe Grillo in Piazza San Francesco: "Ne rimarrà solo uno, e siamo noi!"

Al via la campagna elettorale per le europee. Beppe Grillo sul palco con la solita energia, nel giorno della sospensione del consigliere regionale 5 Stelle Defranceschi: "Se è innocente potrà rientrare nel Movimento". Calato uno striscione della lista Tsipras: Grillo vale 1, tu conti 0

Dopo qualche battuta all'indirizzo del pubblico affacciato alle finestre di Piazza San Francesco, le prime parole di Beppe Grillo, oggi a Bologna per il comizio sulle elezioni europee del 25 maggio, sono state per il consigliere regionale Andrea Defranceschi, sospeso dal Movimento e diffidato dall'utilizzo del simbolo.

A Defranceschi la Corte dei Conti ha contestato di "aver pagato due fatture a due persone a partita iva che lavorano per me da anni: Marco Affronte e Alessandro Marchi, persone degne, impegnate nel Movimento e note per la loro attività sul territorio. Insomma persone competenti in quello che facevano", ha scritto il consigliere, oggi assente, in una lunga nota intitolata Onestà e trasparenza, anche oggi. Era invece sul palco al fianco del leader Marco Affronte "la cui collaborazione é sospesa dal momento in cui è stato candidato alle europee".

Poco prima dell'arrivo di Grillo, da una finestra della piazza è stato calato uno striscione: "Grillo vale 1, tu conti 0".

"È stato solo sospeso, non espulso. Se è innocente potrà rientrare nel movimento", ha detto Grillo incassando un lungo applauso, mentre si percepisce una certa agitazione tra alcuni militanti: "Non ci voleva proprio oggi, anche se a 10 giorni dalle elezioni è un bel segno di trasparenza".Grillo Vale 1 tu conti 0_lista tsipras

"Berlusconi dice che Grillo è cattivo, una persona di una certa età si spaventa, mi sente sempre urlare - ironizza - io almeno sono un comico, un capo politico che rappresenta dieci milioni di persone". Ovviamente non ha tralasciato "l'ebetino", il presidente del Consiglio Mattero Renzi "Questo chi lo ha eletto, ma da dove viene?". "Mento a terzi è l'anagramma del nome" aveva detto il consigliere comunale Massimo Bugani nell''intervento in attesa di Grillo che, alla fine del comizio ha presentato i candidati alle europee: "Sono sconosciuti, soprattutto alle procure di tutta Italia".

"Non mi scandalizzo che lo stato abbia trattato con Genny 'a carogna" ha detto riferendosi alla finale di Coppa Italia Napoli - Fiorentina "mi scandalizzo che il Presidente della Repubblica riceva un condannato in via definitiva al Quirinale" (GUARDA IL VIDEO).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beppe Grillo in Piazza San Francesco: "Ne rimarrà solo uno, e siamo noi!"

BolognaToday è in caricamento