Venerdì, 17 Settembre 2021
Politica

"Caso Bignami" alla Festa dell'Unità, PD: "Incompatibile con i valori dell'antifascismo"

Ma la destra attacca: "Hanno paura, si risparmierà l'onta di rischiare d'incontrare qualche attempato democratico che non esitò a sparare al suo compianto padre anni fa"

La partecipazione del deputato di FdI, Galeazzo Bignami a un dibattito all'interno della Festa Nazionale dell’Unità di Bologna è diventata un vero "caso". 

Se la "sinistra-sinistra" aveva respinto in toto l'iniziativa con la candidata sindaca Dora Palumbo che ironizzava sulla festa "plurale" ricordando "le foto che sono circolate 5 anni fa, in cui Bignami indossava camicia e cravatta nera e al braccio sinistro una fascia rossa con la svastica nazista", oggi è intervenuto anche Mattia Santori, leader delle Sardine e candidato nelle liste PD, che spera "che ci si ripensi, non mi rimane da sperare che da Roma non conoscessero le nobili gesta di questo personaggio".

Bignami ospite alla Festa dell'Unità, Mattia Santori: "Da lui non prendo lezioni di democrazia"

E così pare, tanto che il segretario dem, Enrico Letta, da quanto si apprende dall'agenzia AdnKronos, avrebbe messo un veto. 

"Non può essere gradito ospite alla festa del Partito Democratico, che ha nel proprio DNA quei valori antifascisti" - Pizzolante e Vaccari

"E' previsto un dibattito sul tema delle riforme istituzionali, sul quale è doveroso confrontarsi con le principali forze parlamentari rappresentative dei cittadini. Fdi ci ha risposto con una provocazione: chi si fa ritrarre con la divisa nazista, o realizza filmati mentre passa in rassegna nomi e cognomi di famiglie di origine straniera sui citofoni delle case popolari – sono fatti realmente accaduti, proprio a Bologna – evidentemente non può essere gradito ospite alla festa del Partito Democratico, che ha nel proprio DNA quei valori antifascisti che sono alla base della Repubblica fondata sulla Resistenza - dichiarano in una nota Maria Pia Pizzolante, Responsabile nazionale Feste dell'Unità, e Stefano Vaccari, responsabile Organizzazione nella segreteria nazionale del PD - valori che evidentemente non sono stati ancora metabolizzati da tutte le forze politiche. In ogni caso rimaniamo convinti che sia naturale e giusto estendere il confronto sul futuro delle istituzioni anche alle forze parlamentari più distanti dalle nostre idee, e per questo abbiamo rinnovato al capogruppo Lollobrigida e a FdI l’invito a partecipare al nostro dibattito con un altro rappresentante".

"E' sempre sbagliato escludere". Così il leghista Giancarlo Giorgetti, ministro dello Sviluppo economico. 

"Rubano le foto private di una serata in maschera del 2005 e le riesumano per delegittimare Galeazzo Bignami e ritirare nientemeno che un invito alla festa dell'unità. Quando provano in tutti i modi ad attaccare una forza politica senza avere argomenti riscoprono tutta la loro faziosità: su questo la sinistra è davvero imbattibile. Una sceneggiatura magistrale: peccato che lo stesso Bignami fosse già stato invitato ed avesse partecipato nel 2018 alla festa nazionale dell'unità, in un dibattito con Deborah Serracchiani". 
Ha dichiarato il deputato e responsabile organizzazione di Fratelli d'Italia, Giovanni Donzelli. "Allora però nessuno aprì bocca: Bignami militava in un altro partito, mentre oggi è di Fratelli d'Italia, che in tutti i sondaggi è dato in forte ascesa e primo partito italiano- dice Donzelli- Nei confronti di Bignami un attacco politico di un livello bassissimo, per lui parlano le battaglie democratiche in difesa delle istituzioni. Il sentimento che provano quelli che tentano di delegittimarlo ha un solo nome: paura".

"Chiunque conosca Bignami sa che è politico fermo nelle sue idee ma che ha fatto sempre del confronto, anche quello più acceso, il suo modo d'intendere la politica, senza mai coltivare rapporti o simpatie sospette e al di fuori del consesso democratico". Ha detto Tommaso Foti, vicecapogruppo alla Camera di Fratelli d'Italia. 
"In ogni caso, ben venga il rifiuto - solo per motivi elettorali - della sua presenza alla Festa dell'Unità: Galeazzo si risparmierà l'onta di rischiare d'incontrare qualche attempato democratico che non esitò a sparare al suo compianto padre anni fa, solo perché esponente di punta del Movimento Sociale italiano bolognese".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Caso Bignami" alla Festa dell'Unità, PD: "Incompatibile con i valori dell'antifascismo"

BolognaToday è in caricamento