rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
La nomina

Nodo commissario, Bonaccini: "Non sia un calcolo per le prossime Regionali"

Meloni ieri ha messo in stand by la nomina, oggi interviene il governatore: “Non mi posso auto-nominare. È il governo che decide. Ai romagnoli dico che ci sono sempre". Anche il presidente della Regione Sicilia Schifani spinge per la sua nomina

La nomina a commissario straordinario per l’alluvione messa in stand by dal Governo agita il Pd e anche il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini. Dopo aver evitato polemiche in queste ultime ore, con l’arrivo in Romagna della presidente della Commissione Europa Ursula von der Leyen e della premier Giorgia Meloni, oggi intervistato su La7 ha fatto suoi i dubbi del Pd. “Mi dispiacerebbe se una discussione come quella sulla nomina del commissario dovesse prendere la strada di un calcolo sulla percentuale in più o meno che si prenderà alle prossime regionali", ha osservato il governatore, riferendosi al voto previsto in Emilia-Romagna nel 2025. Irritazione ma anche amarezza per la gestione di una nomina importante per la fase di ricostruzione post alluvione. “Non mi posso auto-nominare commissario, né mi interessa quale sarà il mio ruolo. Ai romagnoli dico che ci sono e ci sarò giorno e notte indipendentemente dal mio ruolo. È il governo che deve decidere chi nominare”. Per quanto riguarda i tempi dell'incarico, invece, “non c’è bisogno di farlo in 24-48 ore, ma non dovrà passare molto tempo", avverte Bonaccini.

Toti (Liguria) ribadisce: "Per queste emergenze si nomina il governatore"

Ieri la premier durante la sua seconda visita nelle zone alluvionati assieme alla presidente della Commissione Europea, aveva gelato tutti coloro i quali stanno spingendo per la nomina di Bonaccini, compresi alcuni governatori di centrodestra. “Mi ha molto colpito che questo sia dibattito che vi interessa quando ancora si celebrano i funerali delle vittime", ha detto la premier durante la conferenza a stampa a due con Ursula Von Der Leyen all'aeroporto di Bologna. "Quando arriverà il tempo della ricostruzione ci occuperemo del commissario. In questo momento il mio principale problema non è chi spende i soldi ma trovarli", le sue parole. Ma dopo il sostegno di Luca Zaia (Veneto), Massimiliano Fedriga (Friuli Venezia Giulia), Roberto Occhiuto (Calabria), oggi è tornato a battere sul tema nuovamente il presidente della Liguria Giovanni Toti. "C'è un gigantesco equivoco: questa è un'emergenza di protezione civile e per le emergenze di protezione civile viene sempre nominato il presidente della Regione perché la protezione civile è competenza delle Regioni e nominare una figura diversa creerebbe un incaglio di responsabilità e un groviglio di decisioni inestricabile", ha detto Toti. Ma anche il governatore della Sicilia Renato Schifani (Forza Italia), ha speso parole chiare per Bonaccini: "Dinanzi a interventi emergenziali come quelli da affrontare ora non può esistere una pregiudiziale di carattere politico”.

Bonaccini sui fondi: "Rimborsare 100% imprese o non ripartono"

Intanto Bonaccini nei prossimi giorni incontrerà diversi ministri per fare il punto della situazione riguardo ai vari settori colpiti dall’alluvione. “Devo fidarmi, voglio fidarmi”, ha detto riferendosi ai suoi rapporti con il Governo. "Stiamo lavorando bene con presidente Meloni e i ministri", ha aggiunto, e la giornata di "ieri è andata molto bene con Von der Leyen". Dopodiché, sul tema risorse per la ricostruzione, “pretendiamo che il 100% dei danni venga rimborsato altrimenti quegli imprenditori non ce la faranno", perché i due miliardi stanziati dal Governo per l'emergenza "sono un primo passo".

Alluvione, le ultime news

Storie e testimonianze tra acqua e fango 

Il Palasport di Molinella diventa “casa” per centinaia di rifugiati | VIDEO

Monterenzio isolata, il sindaco: "Sono venute a galla le nostre fragilità. Si è costruito male"

48 ore nella morsa del maltempo, in 60 secondi | VIDEO

Alluvione, info utili

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nodo commissario, Bonaccini: "Non sia un calcolo per le prossime Regionali"

BolognaToday è in caricamento