Lunedì, 14 Giugno 2021
Politica

Campagna elettorale mentre è in malattia, Imbaglione: "Pseudo-notizia e pettegolezzo"

Ieri aveva spiegato le sue ragioni a Bologna Today, oggi precisa con una nota: "Assenza di una seria alternativa alla mia candidatura e malcelato tentativo di sviare l'attenzione dalle questioni concrete"

Travolta dalla polemica e dalla bufera Tamara Imbaglione, candidata sindaco di Loiano e impiegata al Comune di Bologna, dopo la notizia di un suo impegno in campagna elettorale, nonostante fosse in malattia.

"Non ho la febbre, cammino sulle mie gambe e parlo con la mia lingua" aveva precisato ieri in una intervista a Bologna Today "ma non ho l'uso delle mani. Non immaginavo una simile cattiveria".

Oggi ha diffuso una nota per precisare che "nel giro di pochi mesi, a luglio 2013 e a gennaio 2014 sono stata sottoposta a ben due interventi chirurgici alle mani con inserimento di protesi ad ognuna per ovviare a problematiche come il dito a scatto, tunnel carpale e pulizia dell'artros".

Tra un intervento e l'altro Imbaglione è tornata al lavoro, in dicembre, e ha preso alcuni giorni di ferie: "Durante i perido di di malattia ho abbastanza rispettato gli orari di permanenza in casa, come previsto dalle norme e dal contratto del pubblico impiego, senza essermi mai sottratta ai possibili controlli".

E' vero, fuori da quegli orari e nei giorni di ferie, ha partecipato a iniziative per la campagna elettorale "che mi vede candidata Sindaco del Comune di Loiano, paese che mi sta a cuore e per il quale ritengo di poter fare un buon lavoro riavvicinando le persone comuni, come ho imparato nella mia esperienza professionale e di vita e gestendo la cosa pubblica in maniera trasparente e nell'interesse primario del paese come richiesto da tutti quelli che mi stanno garantendo fiducia e appoggio".

"Pseudo-notizia" attacca che "rivela l'assenza di una vera e seria alternativa alla mia candidatura ed il malcelato tentativo di sviare l'attenzione dalle questioni concrete come il problema socio-sanitario, viabilità, frane e, non meno, il problema dei giovani, al pettegolezzo. Loiano, come tutti gli altri comuni in questa fase storica, necessita dell'impengo di tutti e soprattutto di quello delle persone volenterose che hanno voglia e capacità da mettere al servizio degli altri. Io ci sono".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campagna elettorale mentre è in malattia, Imbaglione: "Pseudo-notizia e pettegolezzo"

BolognaToday è in caricamento