Giovedì, 18 Luglio 2024
Politica

Bernardini: “Troppe case popolari agli stranieri. Correttivo graduatorie”

Nuove polemiche sul problema casa e sugli immobili comunali per le famiglie in difficoltà: secondo Bernardini troppe quelle date agli stranieri. Bergonzoni: "I negozianti devono sapere l'italiano"

Durante il Consiglio Comunale di questa mattina il consigliere leghista Manes Bernardini ha risollevato il problema delle case popolari e della loro assegnazione: “Troppe – secondo lui – quelle date a cittadini extracomunitari e sempre meno quelle per gli italiani”.

CONTROLLO SULLE ASSEGNAZIONI. Manes Bernardini torna sul tema delle case popolari dopo che con il Question Time di venerdì si era toccato l’argomento degli immobili del Comune: “Dai dati forniti si nota come dal 2002 a oggi le case popolari assegnate a cittadini extracomunitari siano aumentate notevolmente e se si continua così arriveranno a un buon 50% degli alloggi”. In conclusione dell’intervento Bernardini si rivolge alla Giunta: “Chiediamo un criterio correttivo delle graduatorie”. 

REGOLAMENTAZIONE NEGOZI STRANIERI. Anche Lucia Bergonzoni tocca una tematica che riguarda le comunità di stranieri a Bologna e interviene sulla sicurezza dei prodotti venduti: spesso marchi contraffatti e merce pericolosa: “La situazione è tale per cui tanti negozi gestiti da stranieri non sono sicuri, hanno merce contraffatta ed è nostro dovere tutelare cittadini e consumatori con un Ordine del Giorno. I gestori di questi  negozi devono dimostrare di conoscere la lingua italiana, come in Italiano devono essere le insegne dei negozi. Chiedo un’ordinanza con un tetto massimo consentito per queste attività”

POLEMICA CON IL SINDACO. In conclusione la Bergonzoni apre una polemica sull’assenza in aula del sindaco Virginio Merola: “Solita assenza, oggi non vedo né vicesindaco né assessori…”
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bernardini: “Troppe case popolari agli stranieri. Correttivo graduatorie”
BolognaToday è in caricamento