Politica

Silvio Berlusconi: la Cassazione lo condanna PER FRODE FISCALE

Dopo 8 ore di Camera di Consgilio, la Suprema Corte ha emesso il suo verdetto: conferma la condanna a 4 anni per frode fiscale

Gran parte della politica italiana è stata attaccata alle televisioni per conoscere l'esito del lungo processo Mediaset per i "diritti tv", come viene definito.

Dopo 8 ore di Camera di Consglio, la Suprema Corte ha emesso il suo verdetto (GUARDA IL VIDEO):

BERLUSCONI E' STATO CONDANNATO PER FRODE FISCALE, rinviata l'interdizione dai pubbblici uffici.

Nel processo Mediaset la Cassazione ha stabilito che dovra' essere rifatto un processo d'appello bis a Milano nei confronti di Silvio Berlusconi solo per rideterminare la durata dell'interdizione in base a quanto previsto dal decreto legislativo 74 del 10 marzo 2000, che ha stabilito una "nuova disciplina dei reati in materia di imposte sui redditi e sul valore aggiunto". Stabilisce l'art. 12 del decreto legislativo che, in caso di condanna per frode fiscale si applica, come pena accessoria, "l'interdizione dai pubblici uffici per un periodo non inferiore ad un anno e non superiore a tre anni". I giudici di Milano, censurati sul punto dalla Cassazione, avevano, invece, applicato le disposizioni generali in materia di interdizione dai pubblici uffici (art. 28 del codice penale), le quali, tra l'altro, stabiliscono che ''la condanna alla reclusione per un tempo non inferiore a tre anni importa l'interdizione dai pubblici uffici per la durata di cinque anni'', quanti ne erano stati previsti per il Cavaliere sia in primo che in secondo grado.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Silvio Berlusconi: la Cassazione lo condanna PER FRODE FISCALE

BolognaToday è in caricamento