Comitato 'Amiamo Galliera': no alla fusione

Grande soddisfazione per la serata organizzata, partecipata da folto pubblico. Dopo i due relatori, Antonio Canzano (uno degli organizzatori della manifestazione nazionale contro le fusioni) che ha rappresentato un'analoga ipotesi di fusione nel senese e del prof. Rossano Pazzagli, docente universitario e studioso dell'organizzazione del territorio, si sono alternate numerosi interventi e domande dal pubblico, tra i quali erano presenti diversi consiglieri comunali dei comuni interessati.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

“Il Comitato esprime grande soddisfazione per la serata organizzata, partecipata da folto pubblico. Dopo i due relatori, Antonio Canzano (uno degli organizzatori della manifestazione nazionale contro le fusioni) che ha rappresentato un'analoga ipotesi di fusione nel senese e del prof. Rossano Pazzagli, docente universitario e studioso dell'organizzazione del territorio, si sono alternate numerosi interventi e domande dal pubblico, tra i quali erano presenti diversi consiglieri comunali dei comuni interessati.” “I DUE RELATORI HANNO MOTIVATO L'ASSOLUTA NECESSITÀ DI OPPORSI AL PROCESSO DI FISIONE. IL PRIMO,ANTONIO CANZANO,CON I NUMERI ALLA MANO,INCONFUTABILI E INCONTESTABILI,CHE PROVANO LA TOTALE INESISTENZA DEI VANTAGGI ECONOMICI TANTO SBANDIERATI DAI PROPOSITORI. IL SECONDO,PROFESSOR PAZZAGLI,CON UN ATTENTA DISAMINA SULLA NECESSITÀ ASSOLUTA DEL MANTENIMENTO DEI NOSTRI COMUNI,ULTIMO BALUARDO DI DEMOCRAZIA E UNICA ISTITUZIONE VICINA AI CITTADINI!” “Il Comitato ringrazia i relatori dott. Antonio Canzano ed il Prof. Rossano Pazzagli per i preziosi interventi che hanno inteso regalare alle nostre comunita’” Lara Spettoli, componente del comitato commenta "Finalmente vi è stata un'informazione chiara e neutra e la possibilità di sciogliere molti dubbi. Peccato non fosse presente il nostro sindaco e nessuno della sua giunta comunale, dato che nella serata sono stati approfonditi numerosi temi meritevoli di essere oggetto di attenta riflessione, soprattutto da chi sta portando avanti la proposta a favore della fusione e non ha ad oggi organizzato alcuna assemblea pubblica coi propri cittadini" Alessandra Franchini commenta : Interessantissimi gli interventi dei relatori Antonio Canzanii e Rossano Pazzagli che hanno motivato l'assoluta opppsizione al processo di fusione,il primo con i numeri alla mano ,inconfutabili , che provano l'inesistente vantaggio economico sbandierato dai sostenitori della fusione,il secondo con un' approfondita disamina sulla necessità del mantenimento dei nostri comuni,ultimo baluardo di democrazia in quanto unica istituzione vicina ai cittadini! Grande ed attiva la partecipazione di pubblico,non solo di Galliera ma anche degli altri tre paesi che vogliono cancellare! Maurizio Lodi dichiara : “incomprensibile che nello stesso momento dove il Parlamento del Paese all’unanimità licenzia una legge attesa da anni che “salva” tiene in vita i piccoli comuni al di sotto dei cinquemila abitanti con stanziamenti di un centinaio di milioni di euro, sul territorio l’ammnistrazione di Galliera lavora e propone la cancellazione/fusione per sempre (processo irreversibile) del nostro comune, che di abitanti ne ha ben piu di cinquemila. Non e’ razionale tale scelta che cancella con un tratto di penna la storia di una comunita’ intera ed andra a porre le basi per tagliare servizi utili alla nostra comunita’” Germano Clemente dichiara: “Anche ieri sera ho imparato qualcosa e come ho detto al prof. Pazzagli ringraziandolo, non si smette mai di apprendere”

Torna su
BolognaToday è in caricamento