Sabato, 20 Luglio 2024
Politica piazza Liber Paradisus

Legionella in Comune, Bugani: "Dipendenti vittime di mobbing"

Il M5S sollecita gli impiegati a portare le prove delle minacce cui sono stati sottoposti. Poi si scaglia contro Manutencoop e NewCo Duc: "Mai fatto manutenzioni per 3, dico 3, anni"

Riaperti gli uffici comunali di piazza Liber Paradisus. L'assessore Rizzo Nervo dichiara "problema risolto" e ad avvalorare la tesi del rientrato allarme legionella arriva anche la decisione di Virginio Merola di fare "armi e bagagli" e trasferire lì il suo ufficio. Insieme al sindaco faranno base nelle torri anche gli assessori della Giunta comunale.

MOBBING DIPENDENTI LIBER PARADISUS. Ma la bufera non si desta. Ieri i dipendenti comunali di Liber Paradisus sono stati ricenuti dall'Assessore Rizzo Nervo, con loro presnte anche il "grillino" Massimo Bugani. E proprio dal consigliere del M5S arriva l'invito ai dipendenti ad abbattere il muro di omertà. Si facciano avanti e palesino le prove di quanto dichiarato a voce: ovvero del "durissimo mobbing" minacciato da alcuni dirigenti nel caso presentassero un certificato medico che attestasse le loro malattie.

Bugani ha espresso "massima solidarietà" ai lavoratori "che stanno vivendo in un clima surreale, con la paura di essere trasferiti o di subire del durissimo mobbing se presentano un certificato medico che attesta le loro malattie". Per questo ha sollecitato "tutti i dipendenti a conoscenza della manleva esercitata da alcuni dirigenti nei loro confronti a parlare, a presentare documenti e prove che confermino ciò che già più volte mi hanno raccontato a voce".

MANUTENCOOP e NEWCo NEL MIRINO. Invettiva del "grillino" anche versus 'Manutencoop', perchè - ha spiegato - "non ha fatto alcuna manutenzione'". Per Bugani il dito va puntato verso "chi si doveva occupare della manutenzione degli impianti di aerazione di Liber Paradisus per tre anni non ha mai fatto la pulizia degli stessi, tanto che su alcuni tubi si potevano vedere muffe e miceti alti fino a tre centimetri".

Poi il consigliere affonda: "Le amministrazioni... non se ne sono minimamente preoccupate. Il risultato è stato che i signori della NewCo Duc, probabilmente increduli, hanno serenamente continuato a ricevere 6.6 milioni di euro all’anno senza il minimo rimprovero, fino alla comica finale in cui hanno pure avuto il coraggio di chiedere 500mila euro in più al comune per i mancati introiti del parcheggio dovuti ai ritardi dei lavori della TAV in via carracci."


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legionella in Comune, Bugani: "Dipendenti vittime di mobbing"
BolognaToday è in caricamento