Politica

Concorsi "pilotati". Comune nella bufera replica: "Selezioni rispettose della legge"

Dopo il sospetto gettato sull'imparzialità dei bandi per la selezione di 13 alte specializzazioni, pronta la difesa di Palazzo D'Accursio

Comune di Bologna nella bufera: sospettato di aver indetto un concorso pilotato.
Pronta è arrivata la replica da Palazzo D'Accursio.
In merito all'articolo relativo  ai  bandi  per  dirigenti  e  alte specializzazioni del Comune di Bologna, l'Amministrazione comunale ha infatti dichiarato: "Il  quadro  normativo  riformato  dal  D.Lgs.  n. 159/2010 è stato scritto nell'intento di dare uniformità al sistema delle nomine dei dirigenti dello Stato  e  delle  autonomie  locali.  Il  principio  generale  che  tutte le Amministrazioni  pubbliche devono rispettare, è che l'accesso agli impieghi pubblici  deve  avere  luogo nel pieno rispetto di altri principi generali, come   la   trasparenza   delle   procedure  e  l'imparzialità  nell'azione amministrativa nei confronti della collettività. Tutte  le  procedure  adottate  per la copertura di posti dirigenziali e di alte  specializzazioni  a tempo determinato sono di competenza attuativa di commissioni di selezione. Per gli incarichi di alta specializzazione le commissioni di selezione sono composte  da  dirigenti  del  Comune  di Bologna e da un esperto esterno di selezione del personale. Le  commissioni  di  selezione  per  i dirigenti sono composte da dirigenti delle   pubbliche   amministrazioni   del   Comune  di  Bologna,  di  altre amministrazioni e di un esperto esterno di selezione del personale. In  tutte  le  commissioni i membri sono di comprovata esperienza e serietà professionale.  E nelle procedure di selezione devono rispettare le leggi e i  regolamenti con pari trasparenza e imparzialità nei confronti di ciascun candidato. Per  quanto  riguarda i contratti scaduti questa amministrazione non ha mai proceduto a proroghe. Il Comune di Bologna ha dato diffusione pubblica alla propria intenzione di coprire  alcune  posizioni  di  alta  specializzazione  e  dirigenziali con personale  da  assumere  con  contratto  a tempo a determinato, ha ricevuto numerose  candidature  e  sta  provvedendo  attraverso  le  commissioni  ad espletare  procedure di selezione pienamente rispettose della legge e delle regole.

GRAVITA’ DELLO SCREDITAMENTO. “È grave che nella fase di espletamento delle procedure selettive in corso, affidate a  professionalità  chiamate a lavorare per la collettività, si utilizzino strumenti politici di  screditamento  delle  istituzioni che rischiano di gettare fango su tecnici chiamati a fare il proprio dovere. Ed è  altresì  grave che si turbi la serenità di coloro che si sono candidati, con mezzi che appartengono ad epoche storiche connotate dalla 'cultura' del sospetto e della sistematica denigrazione. L'Amministrazione comunale  di  Bologna si  riserva  di valutare tutte le iniziative  da  intraprendere per  tutelare se stessa e tutte le persone offese  da comunicati del genere nelle forme e nei modi previste dalla legge".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorsi "pilotati". Comune nella bufera replica: "Selezioni rispettose della legge"

BolognaToday è in caricamento