Sabato, 31 Luglio 2021
Politica Centro Storico

Concorsi Comune pilotati: "Vittorie preconfezionate". Merola pronto a querelare Amorosi

L'ex assessore di Cofferati accusa il Comune di "truccare" i concorsi a favore dei dipendenti dell'Amministrazione. La replica di Merola: "Comunicheremo la querela e chiederemo i danni"

L’ex assessore alle politiche abitative della giunta Cofferati, Antonio Amorosi, ha pubblicato oggi sul portale Affari Italiani un articolo in cui accusa il Comune di Bologna di “illecito  amministrativo” in relazione a un concorso pubblico che non definisce certo “meritocratico”. On-line tutti i 13 nomi di quelli che sono indicati come "vincitori indirizzati" e le pesanti accuse rivolte all’Amministrazione.

Il sindaco Virginio Merola, a margine di un incontro del Pd, ha annunciato a BolognaToday la querela e la citazione per danni.

RICERCATI PROFILI AD HOC. L'articolo firmato da Antonio Amorosi porta il titolo “Concorsi, vittorie indirizzate. Scandalo al Comune di Bologna”, e parla di un concorso pubblico “pilotato” per 13 alte specializzazioni nelle aree tecnologie informatiche, cultura, sociosanitaria, tecnica. Amorosi evidenzia come nei bandi di concorso “vengono richiesti profili per singole posizioni così dettagliati da coincidere perfettamente con i dirigenti del Comune che già ricoprono quei ruoli e che alla pari di altri professionisti aderiscono al concorso e ai colloqui orali, tra lo sconforto dei partecipanti esterni che sanno che non c’è gara”.

ANTONIO AMOROSI. Antonio Amorosi era nella giunta Cofferati con la carica di assessore alle Politiche abitative, carica da cui si dimise  2006 dopo aver denunciato degli “illeciti da parte del Comune nell'assegnazione delle case popolari”.
Durante la campagna elettorale di Merola Amorosi caricò sul suo sito personale un file audio preso da un’intervista che l’allora futuro sindaco aveva rilasciato in radio commentando: “Merola alticcio ai microfoni”. E al tempo Merola aveva liquidato il tutto dicendo che non aveva tempo per ribattere ad “anonimi in cerca di un nome”.

LE ACCUSE. Amorosi parla di “illecito amministrativo” anche in questo caso e cita altri concorsi per dirigenti di mobilità, sicurezza e ambiente che “col 99% delle probabilità dovranno essere vinti dagli attuali che ricoprono l’incarico”.
Alle accuse dell'ex assessore non sono tardate ad aggiungersi anche interrogativi e delazioni da parte del Movimento 5 stelle e Pdl, che parlano di assunzioni non debite vista l'attuale eccedenza in Comune del numero di dirigenti previsti per legge e la carenza pecuniaria delle casse.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorsi Comune pilotati: "Vittorie preconfezionate". Merola pronto a querelare Amorosi

BolognaToday è in caricamento