rotate-mobile
Martedì, 6 Dicembre 2022
Politica

Congresso Pd, manciata di firme sindaci per Bonaccini, ma Lepore non c'è (per ora)

"Siamo sindache e sindaci, amministratrici e amministratori- si legge nell'appello- che in questi anni hanno condiviso con Stefano Bonaccini un percorso istituzionale"

Sindaci Pd del bolognese in campo per Stefano Bonaccini. Sono 18 le firme sull'appello sottoscritto dai primi cittadini dell'area metropolitana a sostegno della candidatura del governatore alla segreteria nazionale Pd. I nomi sono quelli di Debora Badiali, Massimo Bosso, Roberta Bonori, Luca Borsari, Paolo Crescimbeni, Monica Cinti, Davide Dall'Omo, Giampiero Falzone, Franca Filippini, Belinda Gottardi, Carlo Gubellini, Marco Masinara, Omar Mattioli, Marco Martelli, Claudia Muzic, Sergio Polmonari, Daniele Ruscigno e Franco Rubini.

Lepore non c'è

Pochissime le firme mancanti tra i sindaci dem in carica, a partire ovviamente da quella (pesantissima per ora) del sindaco del capoluogo e metropolitano Matteo Lepore. "Siamo sindache e sindaci, amministratrici e amministratori- si legge nell'appello ripreso dall'agenzia Dire- che in questi anni hanno condiviso con Stefano Bonaccini un percorso istituzionale e ne hanno potuto concretamente apprezzare le doti e le caratteristiche politiche e amministrative, la capacità di coniugare visione strategica e la concretezza operativa, l'infaticabile e capillare presenza sul territorio al nostro fianco"

I sindaci sottolineano di avere accolto "con grande soddisfazione" la decisione di Bonaccini candidarsi alla segreteria nazionale del Pd. "La scuola pubblica, la sanità, il lavoro, la sostenibilità e la transizione ecologica e digitale sono i temi di cui noi conosciamo la pressante rilevanza e sono quelli che Stefano ha messo al centro del suo intervento". La visione del Pd "che deve svolgere il ruolo di ferma opposizione in Parlamento ma che al tempo stesso essere forza di governo in tanti Comuni, Città Metropolitane, Province e Regioni, con classi dirigenti rinnovate e prestando attenzione ai territori, ci convince", affermano ancora i primi cittadini. Per questo, concludono, "sosteniamo Stefano Bonaccini segretario nazionale, nella convinzione che possa davvero dare fiducia e nuova prospettiva al Pd".

"Bonaccini dica chiaramente se vuole fare il presidente part-time"

Congresso Pd, Bonaccini si candida a segretario nel luogo dove iniziò a fare politica

Bonaccini: "Seguitemi in diretta", cresce attesa per la sua candidatura al congresso Pd

Congresso Pd, Elly Schlein fa il passo e si candida alla segreteria: "Il campo progressista non si crea da solo"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Congresso Pd, manciata di firme sindaci per Bonaccini, ma Lepore non c'è (per ora)

BolognaToday è in caricamento