Politica Centro Storico / Piazza Maggiore

Primo Consiglio comunale. Merola: "E’ la Giunta che ho sempre sognato"

All'ordine del giorno la convalida del Sindaco e dei Consiglieri eletti. Si parte con l'Inno di Mameli: i leghisti restano in aula, ma non cantano. Debutto in streaming e un coup de théâtre

A Palazzo d’Accursio, giuramento di rito per Virginio Merola con la Presidenza di Maurizio Cevenini che, il 15 febbraio 2010, aveva guidato l'ultima assemblea prima del Commissariamento Cancellieri. Simona Lembi, prima Presidente donna del Consiglio Comunale di Bologna definisce il 7 giugno una “buona giornata” per l’incarico affidato a una donna e la forte presenza femminile in Consiglio. Vicepresidenza, sempre al femminile, a Francesca Paola Scarano,

Lega Nord, che ringrazia per la carica ponendo come “obiettivo comune il bene della città”.
“Sarebbe stato un buon Sindaco”, Virginio Merola apre il suo discorso con un cenno a Maurizio Cevenini e rivendica indipendenza del sindaco e rinnovamento generazionale. La Giunta che il neosindaco “ha sempre sognato” sarà operativa dall’8 giugno ed è formata da “più consigliere rispetto al passato, grazie anche all'opposizione Esempio di buona politica”.

CAPIGRUPPO. E’ la volta dei Capigruppo: Stefano Aldrovani (Terzo Polo) non farà mancare il proprio “dissenso costruttivo”, mentre Pasquale Caviano (Idv) chiama all’assunzione di responsabilità di maggioranza e opposizione. Massimo Bugani (M5S) dichiara di non appartenere né alla maggioranza né all’opposizione e giudica Bologna un comune ferito dal lungo commissariamento invitando il centro sinistra a chiedere scusa pubblicamente. Sulla Presidenza di Cevenini “ avremmo accettato se avesse lasciato l’incarico in Regione”.  Kathy La Torre (SeL) pone l’accento sul buon esempio che la politica deve dare, su ambiente e sociale e chiama gli elettori a votare ai referendum.

BERNARDINI RINGRAZIA. Il competitor di Merola Manes Bernardini (Lega Nord) ringrazia per la vicepresidenza alla Scarano e si pone nel ruolo di “valutare l’operato” della Giunta contestando alcune deleghe. Così come Marco Lisei (PdL) che contesta in particolare quella della sicurezza al sindaco e dichiara di fondare la propria opposizione su Civis, Peolple Mover, Moschee, pedonalizzazioni, sacralità della vita e della famiglia. Sergio Lo Giudice (PD) si complimenta per la “bella Giunta composta di donne e di giovani”.

SCUOLA. PROTESTA DEI PRECARI IN CONSIGLIO . Non mancano i colpi di scena: uno striscione dei Sindacati di base USB “Merola, 24 giorni al nostro licenziamento”. La precarie dei nidi comunali prendono la parola dai posti riservati al pubblico e la Presidente Lembi interrompe la seduta. Mentre l’Assessore alla Scuola Marilena Pilati parla con le precarie all’esterno dell’aula, i lavori del 1° Consiglio Comunale, dopo oltre un anno di commissariamento, si avviano alla conclusione con la votazione della commissione elettorale.

PARLA MAMMA MEROLA. "Virginio è un ragazzo bravo e molto serio. Sono felice per lui, se lo merita". Parola di mamma Esterina, venuta al primo Consiglio che ha convalidato l'elezione del figlio a primo cittadino. A lei e alla moglie Daniela si è rivolto Merola in apertura del suo discorso, salutando "i cari famigliari e i cari amici". "Se ha fatto questo passo è perché se lo sente", ha spiegato Esterina, visibilmente emozionata: "Chi lo avrebbe mai detto? Non ci avrei creduto nemmeno se fosse venuto a dirmelo Gesù", ha scherzato.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo Consiglio comunale. Merola: "E’ la Giunta che ho sempre sognato"

BolognaToday è in caricamento