Politica

Defranceschi espulso dal Movimento 5 stelle, paga così l'affaire Corte dei Conti

Dopo che la Corte dei Conti ha trovato irregolari le spese del partito, cacciato il consigliere. L'annuncio attraverso il blog di Grillo

Andrea Defranceschi è l'ultimo espulso dal Movimento 5 stelle. Dopo Giovanni Favia anche l'altro consigliere regionale viene sospeso, con un annuncio sul blog di Beppe Grillo.

Defranceschi ''paga'' così l'affaire Corte dei Conti che chiede a tutti i partiti della Regione di restituire 150 mila e 876 euro di spese effettuate nel 2013, considerate irregolari dai giudici contabili. "A seguito di questa richiesta formale della Corte dei Conti- si legge- il consigliere regionale Defranceschi è sospeso dal M5S e diffidato a utilizzarne il simbolo. Il M5S ha grande rispetto della Corte dei Conti e se si viene sanzionato si chiede scusa e ci si autosospende". Si tratta, si legge ancora sul blog, "in particolare di costi per il personale, consulenze e cancelleria. Il gruppo consiliare con la cifra maggiore è il Pd, a cui vengono contestati poco meno di 85 mila euro. Poi il Movimento 5 Stelle, con 22 mila, l'allora Pdl con piu' di 20 mila euro e l'Idv con 10 mila. E infine si va dai 5 mila euro della Federazione della sinistra a Sel, ultima con soli 645 euro".

L'epulsione avviene proprio in concomitanza con l'arrivo in città di Beppe Grillo per un comizio in vista delle Europee.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Defranceschi espulso dal Movimento 5 stelle, paga così l'affaire Corte dei Conti

BolognaToday è in caricamento