rotate-mobile
Elezioni 2022

Elezioni, Azione-IV. L'assessore Felicori: "Qui sfidiamo la tradizione del PD"

Il renziano nella Giunta Bonaccini fa il punto sul "terzo polo" a Bologna e in Emilia-Romagna

"Una bella sfida", quella che si prospetta tra campagna elettorale e elezioni del 25 per Mauro Felicori, assessore alla Cultura nella Giunta regionale di Stefano Bonaccini, renziano: "Qui sfidiamo la tradizione del Pd e dobbiamo sfidarla sul terreno dell'innovazione politica, in una regione che dell'innovazione aveva fatto la sua storia anche se secondo me si è appannata questa capacità innovativa della sinistra e si vede anche qui. Quindi noi dobbiamo essere un po' il punto di stimolo e di traino di questa innovazione". Così Felicori a Radio Leopolda.

"Dobbiamo fare bella figura innanzitutto a Bologna, dove il Pd ha scelto la strada che chiamano progressista - esorta - cioè la strada di trascurare la nostra area liberal-democratica e anche in parte quella cattolico-democratica, spingendo molto alleanze con la sinistra".

A Bologna "abbiamo avuto anche il caso di un assessore del M5s adesso è entrato in Articolo Uno", Massimo Bugani, "quindi è un po' il caso in cui un nostro risultato importante sarebbe il segnale del fatto che non si possono costruire delle maggioranze prescindendo dall'area riformista, che io preferisco chiamare liberale. Diciamo che un'affermazione in Emilia-Romagna - aggiunge - vorrebbe dire che non ci accontentiamo della buona tradizione ma siamo portatori anche di un'idea ambiziosa dell'Italia" quindi "è importante che questo terzo polo dimostri anche di avere una classe dirigente: non abbiamo solo Matteo Renzi e Carlo Calenda", sottolinea Felicori, citando su tutti Luigi Marattin. (dire) 

Leggi anche: 

Elezioni, Bonaccini: "Basta mal di pancia, ora battersi e vincere"

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, Azione-IV. L'assessore Felicori: "Qui sfidiamo la tradizione del PD"

BolognaToday è in caricamento