Martedì, 21 Settembre 2021
Elezioni comunali 2011

Alleanza Lepore-grillini, "mal di pancia" del Gruppo Aperto Bologna: "Si voti"

Il Gruppo, aveva già scritto all'ex premier Giuseppe Conte, contestando l'appoggio al candidato PD. Ora "i consiglieri e iscritti M5S chiedono a gran voce una consultazione on line interna per decidere se aderire o meno alla coalizione"

Sono forti i "mal di pancia" del Gruppo Aperto Movimento 5 Stelle Bologna - GAMB - dopo la vittoria alle primarie di Matteo Lepore che ha anche annunciato l'asse con i "grillini", nel caso fosse eletto sindaco di Bologna. Il GAMB, come si legge sui profili social "è composto da decine fra attivisti, portavoce, consiglieri comunali della città metropolitana e ha raccolto le firme di 150 persone in meno di una settimana per chiedere una consultazione democratica della base del movimento bolognese".

Il Gruppo, aveva già scritto all'ex presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ora guida, almeno di una parte dei 5 Stelle, contestando l'appoggio al candidato PD. Ora, fa sapere in una nota, che "i consiglieri e iscritti M5S chiedono a gran voce una consultazione on line interna per decidere se aderire o meno alla coalizione". Non ci stanno a essere chiamati “dissidenti” perché "si definisce dissidente chi va contro una linea stabilita da una maggioranza di persone" quindi sottolienano "la nostra Bologna sappia che il Movimento 5 Stelle non è quello che viene raccontato dalle dichiarazioni del capogruppo Massimo Bugani - che sarebbe il vero "dissidente" - ma è quello rappresentato da attivisti, iscritti e portavoce che hanno firmato, su change.org e ai nostri banchetti in centro storico, la petizione che chiede a Vito Crimi e al Comitato di Garanzia una consultazione democratica per stabilire quale posizione debba assumere il Movimento 5 Stelle per le prossime
 amministrative 2021 di Bologna. Questo gruppo di persone è di gran lunga più numeroso, più rispettoso delle procedure ed in ultima analisi più rappresentativo dei valori del Movimento bolognese". 

L'ex premier Giuseppe Conte appoggia Matteo Lepore

Il GAMB contesta anche i "toni trionfalistici post primarie di Bugani" e pone l'accendo sulla "reazione indignata sui social di tantissime persone - entrambi - devono fare riflettere i vertici del Movimento ma anche Lepore e il PD stesso: è evidente, infatti, che l’alleanza che viene rilanciata dallo stesso sindaco uscente Virginio Merola, non è un’alleanza con un gruppo politico unito e preparato, ma una proposta personale costruita senza fondamenta sia in termini di contenuti che di seguito fra gli attivisti e i portavoce del Movimento". 

Post-primarie, Elena Foresti lascia il gruppo M5S in comune: "Questione di coerenza"

Due proposte

Il Gruppo Aperto del Movimento 5 Stelle, chiede dunque che venga data "l’opportunità a tutti i portavoce, gli iscritti, gli elettori e i simpatizzanti del Movimento 5 Stelle di Bologna e della città metropolitana di partecipare democraticamente  al dibattito politico attraverso un voto che proponga la scelta tra due proposte: entrare in coalizione coon il centrosinistra, appoggiando il candidato sindaco della coalizione guidata dal PD oppure proporre una lista autonoma ed equidistante da ogni forza politica con un proprio candidato sindaco, aperta a collaborazioni con liste civiche e comitati di cittadini. 

"Temiamo che questa consultazione ci venga negata perché il risultato metterebbe in luce chi è dissidente dai valori e le idee di democrazia partecipata e trasparenza del Movimento 5 Stelle".

Primarie dal valore nazionale. Asse Pd-M5S, i grillini potrebbero entrare in Giunta con Lepore

Caos M5S: "Ci dissociamo dalle dichiarazioni di Bugani, no alle primarie PD"

Vittoria Lepore alle Primarie e aspettative future: parola ai bolognesi - VIDEO


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alleanza Lepore-grillini, "mal di pancia" del Gruppo Aperto Bologna: "Si voti"

BolognaToday è in caricamento