Lunedì, 15 Luglio 2024
Elezioni comunali 2011

"Election Day", - 4: inizia il count-down. Ecco il punto della situazione

A quattro giorni dalle amministrative i candidati si scambiano battute attraverso i media. Scaldano gli animi i costi della politica, le dichiarazioni di Stefania Craxi e il tema delle droghe leggere

COSTI.  Mentre Bernardini punta a una giunta low cost, Corticelli attaca Merola: “Con Merola i costi della politica non caleranno mai”. Così il candidato Daniele Corticelli spiega come, secondo lui, tutto il sistema di potere del PD si è basato sul controllo del così detto decentramento: “Ampliare a dismisura organismi locali che di fatto non servono a nulla, solo per poter piazzare l'amico e l'amico dell'amico, in grado di tamponare la protesta e organizzare il consenso. Che questo decentramento non serva a nulla ne è la prova il sistema decisionale della politica che ha portato a Roma ogni decisione e l’abbiamo visto anche nel caso di Bernardini. E proprio Manes Bernardini, il candidato della Lega, parla di otto assessori al posto degli attuali dieci, promette l’applicazione del “codice Calderoli”,  che razionalizza gli enti locali, E, per i due assessorati Territorio e Mobilità ed Economia e Risorse Bernardini punta a due supertecnici. “Bolognesi, perché devono conoscere bene i problemi della città”.

IMMIGRAZIONE. Sul tema dell’immigrazione Amelia Frascaroli si chiede come faccia Manes Bernardini a essere credibile, se gli esponenti del suo partito e i suoi alleati non lo sono, “In tema di immigrazione – dice Amelia - gli ricordo che il tetto del 30% di alunni stranieri nelle classi è discriminatorio.  E come fa a sostenere che le case popolari vanno date prima ai bolognesi se il dossier 2011 della Provincia dice che solo l’8,3% degli alloggi Erp sono assegnati agli immigrati? A Bernardini volevo dire, con rispetto e pacatezza, che non gli fa onore cavalcare le paure delle persone.

IL TEST ANTIDROGA. Daniele Corticelli incalza con la richiesta rivolta agli altri candidati di sottoporsi al test antidroga, e sostiene che sia Aldrovandi sia Bernardini parlano di droghe, ma che quando si è trattato di dare l'esempio e di effettuare i test non lo hanno seguito. La gente non capisce: da una parte si parla contro Merola e contro le sue esperienze di Cannabis ma dall'altra non si fanno azioni pratiche e di grande esempio morale, Merola infatti è stato attaccato per aver confessato di aver fumato qualche canna e che: “In fondo, l’erba fa meno male delle sigarette”. Da qui le reazioni di Aldrovandi: “La gravità di queste dichiarazioni è alla luce del sole e chi, come il candidato sindaco Virginio Merola, lancia un messaggio indulgente sulla droga leggera lancia un messaggio di morte“.

SINISTRA E MAFIA. “Se Manes vincesse qui a Bologna sarebbe un risultato storico, una vera rivoluzione”. Così Stefania Craxi a Bologna per appoggiare la candidatura di Manes Bernardini. Poi associa la Sinistra alla mafia, scatenando le reazioni della Frascaroli: “Il sottosegretario agli Esteri Stefania Craxi, dice che la sinistra in Emilia-Romagna controlla la realtà economico-sociale del territorio come se fosse la mafia. Volevo solo farle presente che la lista “Con Amelia per Bologna con Vendola” ha aderito al Codice di autoregolamentazione dei partiti, delle formazioni politiche e delle liste civiche varato dalla commissione parlamentare Antimafia per la scelta dei candidati alle elezioni amministrative.




 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Election Day", - 4: inizia il count-down. Ecco il punto della situazione
BolognaToday è in caricamento