Mercoledì, 17 Luglio 2024
Elezioni comunali 2011

Tribuna elettorale: i 9 candidati a confronto su tema trasporti

Gli aspiranti sindaci alle telecamere della Rai hanno detto la loro sugli argomenti più caldi in città, tra cui viabilità e trasporti: bocciati People Mover e Civis, proposte più aree pedonali e parcheggi in centro

Ospiti  oggi a Tribuna Politica, su Rai 3, i candidati si sono confrontati, faccia a faccia e timer alla mano, in modo da garantire la stessa durata per ciascun intervento, come par-condicio vuole. Gli aspiranti a "primo cittadino" sono stati interrogati sulle tematiche calde in città, tra gli argomenti più scottanti la viabilità e i trasporti.

PEOPLE MOVER - Bocciato il People Mover, la navetta che dovrebbe collegare in soli 7 minuti la nuova stazione ferroviaria di Bologna all'aeroporto Guglielmo Marconi : il progetto costerà 130 milioni,con un biglietto da 7,50 euro.
“Un progetto che non ha senso, perché esistono già collegamenti efficienti per questa tratta”, ha sottolineato Massimo Bugani del "Movimento 5 stelle". Alle parole del grillino fa eco Elisabetta Avanzi di Forza Nuova, anche lei ha voluto infatti tirare in ballo la navetta, definendola un “servizio non necessario”.

CIVIS - “No” all’unanimità per l’attuale progetto del Civis, il dissenso arriva anche da uno dei vecchi sostenitori, come Virginio Merola, che ha proposto di trasformarlo in un filobus e “dare vita a nuove aree pedonali – da palazzo Re Enzo a piazza Aldrovandi – guardando ai modelli europei”. In netta opposizione al tram su gomma il candidato di centrodestra, Manes Bernardini, che ha chiesto lumi sulla gara d’appalto ed attaccato i suoi avversari, da Merola ‘’che ha avallato il progetto da amministratore’’ a Aldrovandi, ‘che ha le mani in pasta con gli appalti’’.
Secche le bocciature anche dagli altri candidati, tra i più battaglieri c’è Daniele Corticelli di Bologna Capitale, che ha ribadito ‘’il contratto va rescisso senza penali perché siamo in attesa del giudizio tecnico sulla possibilità del mezzo di girare’’. Per Angelo Carcano, in corsa con la lista civica Nettuno, “il Civis è una disgrazia capitata ai cittadini”. Indignato ha ricordato che intorno al tram su gomma sono stati investiti 300 ml di euro ed è aperta un’inchiesta per corruzione, poi ha incalzato “voglio i soldi indietro per Bologna”. Anche Anna Montella, di La destra Storace, vede nel Civis “un progetto scellerato”. E memore dell’incidente di ieri sotto le torri ha sottolineato: “Se non passano gli autobus per le vie della città, come può essere adeguato un tram così grosso?”.
Infine Aldrovandi ha detto "fermeremo il Civis e lo bloccheremo fuori dal centro’’, mentra ipotizza per la rivaluttazione della città storica più aree pedonali e parcheggi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tribuna elettorale: i 9 candidati a confronto su tema trasporti
BolognaToday è in caricamento