menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emilia-Romagna Coraggiosa: la lista dei candidati a sostegno di Bonaccini

"Una squadra di persone appassionate e credibili, per impegno e competenze, che offre uno spaccato trasversale, plurale e inclusivo, della società emiliano-romagnola. Molti giovani, attivisti per il clima e per i diritti, artisti, ecologisti, amministratori, persone che vengono dal mondo associativo, sindacale, della scuola, della sanità e delle professioni, ricercatori e innovatori"

Depositatele liste delle candidate e dei candidati di Emilia-Romagna Coraggiosa, che sosterrà Stefano Bonaccini per la sua rielezione alla presidenza della Regione: "Una squadra di persone appassionate e credibili, per impegno e competenze, che offre uno spaccato trasversale, plurale e inclusivo, della società emiliano-romagnola. Molti giovani, attivisti per il clima e per i diritti, artisti, ecologisti, amministratori, persone che vengono dal mondo associativo, sindacale, della scuola, della sanità e delle professioni, ricercatori e innovatori: insieme, per affrontare le nuove grandi sfide su cui ci giochiamo il futuro: l’emergenza climatica e sociale, inscindibili tra loro" questa la presentazione della lista. 

Ecco i candidati su Bologna: Schlein Elena Ethel detta Elly; Taruffi Igor; Berti Gessica; Ulivieri Maximiliano; Pasquali Laura; Caserta Sergio; Freddi Daniela; Capobianco Francesco; Sedda Bruno; Mato Jora; Manigrasso Giovanni detto Gianni.

Regionali del 26 gennaio: intervista a Elly Schlein

ELENA ETHEL SCHLEIN detta ELLY

34 anni, italo-americana, vive a Bologna. Laureata in Giurisprudenza, all’università è stata attiva sui temi dell’immigrazione e del carcere con Progrè, poi come volontaria per la campagna di Obama a Chicago. Nel 2013 ha dato vita alla protesta spontanea #OccupyPD. Eletta alle europee del 2014 con cinquantatrèmila preferenze, nel 2015 esce dal PD e contribuisce a fondare Possibile. A Bruxelles si occupa di immigrazione, lotta all’evasione ed elusione fiscale delle multinazionali, parità di genere, lotta a corruzione e mafie. È stata relatrice per il gruppo S&D, sull’Agenda ONU per lo Sviluppo Sostenibile al 2030 e sulla riforma del Regolamento di Dublino per l’equa condivisione delle responsabilità di accoglienza tra Paesi UE.

IGOR TARUFFI

40 anni. Nato a Porretta Terme, dove ancora oggi risiede e dove è stato consigliere comunale e assessore, prima di essere eletto cinque anni fa in Regione. Capogruppo in Regione del Gruppo Emilia-Romagna Coraggiosa Ecologista e Progressista. In questi anni si è occupato, tra gli altri temi, della difesa e del potenziamento dei servizi pubblici, in particolare quelli sanitari, dei trasporti per i pendolari, del dissesto idrogeologico e del sostegno ai lavoratori. È stato promotore e primo firmatario della legge regionale sul Reddito di Solidarietà, che con circa cento milioni in tre anni ha dato sostegno a circa 100.000 abitanti dell'Emilia-Romagna.

GESSICA BERTI

40 anni, nata a Medicina (BO). Donna, mamma, antropologa e psichiatra. Antirazzista, ambientalista, imprenditrice del settore Canapa, antifascista, e attivista per i diritti Civili e Sociali. Ha deciso di mettersi in gioco in prima persona per essere un filo diretto tra i cittadini e la regione, credendo che l'ascolto proattivo del cittadino sia alla base di una politica partecipativa, collaborativa e trasparente. E’ stata la prima a querelare Matteo Salvini per le sue dichiarazioni diffamatorie nei confronti delle imprese di vendita di cannabis legale. Fa parte della filiera della canapa Emiliana-Romagnola che sostiene perchè la canapa è una risposta forte e concreta a molte questioni: meno precariato, miglior qualità del lavoro, meno inquinamento, più fondi per scuola, trasporti e sanità.

MAXIMILIANO ULIVIERI

49 anni, nato a Campiglia (LI), risiede a Bologna. Lavora nel turismo accessibile a persone con disabilità dal 2009 e con il sito www.diversamenteagibile.it fa reportage di strutture e viaggi accessibili. Docente e formatore, si occupa di affettività e sessualità nella disabilità. È life coach e ideatore di www.lovegiver.it, progetto che vuole istituire la figura dell’O.E.A.S. (operatore all’emotività, all’affettività e alla sessualità). Curatore e co-autore del libro “LoveAbility – L’assistenza sessuale alle persone con disabilità” edito dalla Erickson, scrive anche sul magazine www.disabilitystyle.it cercando di dare nuova immagine al mondo della disabilità.

LAURA PASQUALI

69 anni, nata a Crispiano (TA). Ha conseguito la laurea in lettere all'Università di Bologna e quella in psicologia clinica all'Università di Padova. Ha insegnato lettere in scuole medie inferiori e superiori valorizzando, nella docenza, anche la formazione in psicologia attraverso progetti di continuità scuola/famiglia, educazione all'agio, educazione razionale emotiva, orientamento scolastico e motivazione allo studio. Interessata alla lettura e alla scrittura ha realizzato biblioteche scolastiche multimediali, conducendo laboratori di promozione della lettura, della scrittura e della filosofia. Ha sempre seguito attività di promozione sociale e di difesa dei diritti, aderendo ad associazioni come Amnesty International o Emergency, Aido e Ant. Da sempre coinvolta in ogni manifestazione, attività o associazione che proponga inclusione, solidarietà, valorizzazione della diversità, rispetto dei diritti.

SERGIO CASERTA

66 anni. Nato a Napoli, coniugato, un figlio. È stato dirigente d’impresa e di associazioni di categoria, nella Lega delle cooperative nei settori distribuzione, finanza, editoria. Da sempre impegnato nel mondo dell’ambientalismo e dei movimenti in difesa della pace e dei diritti sociali e attivo nella comunicazione politica, ha una lunga storia politica. È stato consigliere provinciale a Bologna. Proveniente dal PCI, non ha aderito al PD e sostiene la difficile causa
di una sinistra unita e unitaria.

DANIELA FREDDI

42 anni. Nata a Reggio Emilia, coniugata, un figlio. Si è laureata in Scienze Internazionali e Diplomatiche all’Università di Bologna, ha conseguito il Master in Industry and Innovation Analysis all’Università del Sussex (GB) e il dottorato in Economia Industriale all’Università di Ferrara. Da oltre 16 anni lavora come ricercatrice sui temi dell’economia, dell’innovazione e del lavoro. Dal 2009 lavora in Ires Emilia-Romagna, centro studi della CGIL dell’Emilia-Romagna, occupandosi soprattutto di analisi della trasformazione dell’economia regionale e del mercato del lavoro, cercando di offrire al sindacato e alle istituzioni strumenti conoscitivi per azioni e politiche per lo sviluppo e la tutela del lavoro.

FRANCESCO CAPOBIANCO

38 anni. Nato a Salerno, da venti anni vive a Bologna dove si è laureato in Economia, indirizzo pubblico e internazionale. Da oltre dodici anni lavora come economista gestendo progetti riguardanti sviluppo territoriale ed economia sociale. Si è dedicato soprattutto alla ricerca di soluzioni in materia di occupazione, politiche abitative, turismo e infrastrutture. Recentemente, si è occupato di riordino degli Enti Locali, anche per rendere più efficienti le Unioni di Comuni. Non ha tessere di partito, pur avendo partecipato a diversi comitati, associazioni e manifestazioni per la salvaguardia del lavoro, del territorio e del paesaggio. Crede che l’ecologia non debba essere un punto di un programma politico, ma la lente attraverso la quale guardare al futuro.

BRUNO SEDDA

41 anni. Nato a Gavoi (NU). Vive a Bologna da trent’anni, dove si è laureato in Lingue e Letterature Straniere Moderne. Lavora presso l’Assessorato alla cultura, politiche giovanili e politiche per la legalità della Regione Emilia-Romagna. Nel 2011 è stato eletto nelle liste Centro-Sinistra per Porto e ha ricoperto la carica di Capogruppo e Coordinatore della Commissione Cultura. Nel 2016, rieletto al Consiglio di Quartiere Porto-Saragozza, ricopre la carica di Vicepresidente e coordinatore della commissione Storia e memoria dei luoghi. Ha sempre curato i rapporti con i centri sociali e si è occupato di politiche abitative e della casa. Dal 2017 è Presidente del Circolo Sardegna di Bologna.

JORA MATO

40 anni. Nata a Tirana (Albania) e vive a Bologna da oltre venti anni, ha tre figli. Si occupa di mediazione interculturale in ambito sociale e sanitario. Nel 1998, la sua prima esperienza nell’accoglienza dei profughi kosovari arrivati a Bologna: da allora segue diversi progetti lavorando sull’antidiscriminazione e la garanzia dei diritti. L’anno successivo, insieme a un gruppo di donne straniere, fonda l’associazione AMISS di cui è presidente, che si occupa di mediazione, animazione sociale, progettazione, diritti e antidiscriminazione. Dal 2010 con AMISS, insieme a Piazza Grande e le Cucine Popolari organizza l’evento cittadino “Indovina chi viene a pranzo”. Negli anni lavora per diverse associazioni e cooperative locali come Senlima Soc. Coop. di cui è stata presidente dal 2010 al 2016, e Trama di Terre, di cui è stata responsabile del coordinamento area accoglienza e membro del consiglio direttivo dal 2014 al giugno 2016.

GIOVANNI MANIGRASSO
64 anni, in pensione da aprile 2018. È stato per oltre trenta anni operaio e delegato della Ducati Motors e dirigente della Fiom di Bologna. Nell'ambito delle attività sindacali si è prevalentemente occupato di prevenzione e salute in ambito lavorativo e, con Cgil, di inserimento nel lavoro di lavoratrici e lavoratori con problemi legati alle dipendenze

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento