rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
elezioni-emilia-romagna-2020

Regionali, endorsement di Sinisa per Borgonzoni: "Grazie, speriamo di meritare questa fiducia"

Per l'allenatore, Salvini è uno "tosto" mentre Borgonzoni ha carattere e determinazione

"Svegliarmi e leggere del sostegno e della simpatia del grande Mihajlovic... credetemi, non ha prezzo. Grazie di cuore, Mister, speriamo, insieme alla nostra squadra, di riuscire a meritare questa fiducia, per il cambiamento dell’Emilia-Romagna, con umiltà ma tanta passione". Così la candidata leghista alle elezioni regionali Lucia Borgonzoni commenta sui social l'endorsement dell'allenatore del Bologna in un'intervista pubblicata oggi su Il Resto del Carlino

Mihajlovic racconta di aver incontrato Salvini qualche giorno fa, di essere suo amico e di conoscerlo dai tempi del Milan quando lo allenava. Per Sinisa, il leader della Lega è uno "tosto" ed esorta al cambiamento. "Le donne hanno carattere, determinazione, riescono sempre: Lucia è una di queste donne. Non la conosco personalmente, ma so che sarà all’altezza". 

"Ringrazio Sinisa - ha detto Salvini - ha fatto un'intervista coraggiosa dicendo che se fosse italiano voterebbe Salvini, lodando Lucia Borgonzoni". 

SPECIALE Elezioni Emilia Romagna: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

Tanti le reazioni della rete, da chi sta con l'allenatore del Bologna e chi rietene le dichiarazioni una "entrata a gamba tesa", per dirla in gergo calcistico. 

Bonaccini: "Gli voglio bene"

"Sinisa Mihajlovic sostiene chi gli pare. L'unica cosa che gli auguro - dice il candidato del centrosinistra in Emilia-Romagna Stefano Bonaccini - è di vincere la partita più importante che sta combattendo. Per lui, per la sua famiglia e per tutte le persone che gli vogliono bene. Tra cui - sottolinea, commentando a margine di una conferenza stampa - c'è anche il sottoscritto".

Merola: "Cittadinanza onoraria? Si negano a Segre, noi siamo diversi"

Sulla stessa lunghezza d'onda il sindaco Virginio Merola, che in merito a ipotizzate ripercussioni al conferimento della cittadinanza onoraria al mister, ha risposto così: "ll Consiglio comunale ha votato all'unanimità la cittadinanza onoraria a Sinisa. I Consigli comunali della Lega l'hanno negata alla senatrice Segre e hanno negato in alcuni casi che gli studenti potessero andare in visita ai capi di concentramento. Caro Sinisa, questa è la democrazia, benvenuto a Bologna".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali, endorsement di Sinisa per Borgonzoni: "Grazie, speriamo di meritare questa fiducia"

BolognaToday è in caricamento