Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Salvini a Borgo Panigale con i No Tram: "Se vinciamo lo blocchiamo" | VIDEO

Il leader della Lega da Bologna parla anche di Bibbiano: "Mi auguro che qualcuno finisca in galera. Ma al di là dei processi qualcuno a sinistra dovrebbe chiedere scusa"

 

Se la Lega vincerà in Regione Emilia-Romagna fermerà il tram a Bologna. Lo promette il numero uno del Carroccio, Matteo Salvini, questa mattina a Borgo Panigale durante un comizio davanti a un bar di via Marco Emilio Lepido.

Con lui, il comitato 'Attacchiamoci al tram', che espone la propria bandiera alle spalle di Salvini e, finito il comizio, accompagna il leader leghista in una passeggiata in zona parlandogli dei problemi che secondo loro porterà il tram, facendogli incontrare alcuni dei commercianti contrari all'opera.

A Borgo Panigale lo attende la candidata di Potere al popolo: "Sciacalli" | VIDEO

Il leader della Lega difende poi i no tram dalle diffide spedite dal Comune di Bologna alle persone che, sul profilo social del comitato, ha scritto offese e insulti all'indirizzo dell'assessore Irene Priolo. "Mi ha detto il comitato che qualche amministratore di sinistra manda diffide da 20mila euro ad anziani di 70 anni – afferma Salvini – dovrebbero vergognarsi questi signori. Anche perché se fanno chiudere i negozi e le attività commerciali, chiè che dà da mangiare a questa gente? Vanno alla casa del popolo a mangiare? Vanno a casa di Merola, Bonaccini o Zingaretti?".

Bibbiano

Salvini conferma la sua presenza nel comune reggiano il prossimo 23 gennaio e commenta la chiusura delle indagini sul caso degli affidi dei minori: "Mi auguro che qualcuno finisca in galera. Ma al di là dei processi e della galera qualcuno a sinistra dovrebbe chiedere scusa". 

Il leader leghista però sorvola sulla pronuncia della Cassazione arrivata ieri, secondo la quale non c'erano gli elementi per imporre l'arresto e le misure cautelari al sindaco di Bibbiano, Andrea Carletti, del Pd, accusato peraltro di falso ideologico e abuso d'ufficio per aver concesso i locali del Comune ai terapeuti dell'associazione Hansel e Gretel.

Non risponde nel merito e tira dritto sull'inchiesta: "C'è qualcuno che, stando all'accusa, ha rubato i bambini ai genitori e rubare i bambini è un crimine. Se qualcuno l'ha fatto, deve andare in galera. Poi non faccio io il giudice e non devo dare io la sentenza. Però voglio gridare al mondo questa vergogna".

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento