menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regionali, censura Facebook per il candidato Lugli: "Danneggiato a 20 giorni dal voto"

"Le attività della mia pagina non avrebbero rispettato le normative. Zuckerberg è più potente del Presidente degli Stati Uniti"

"Mi informano che i miei post non vengono mostrati nella sezione notizie fino alle 20.30 di domenica 12 gennaio perché le attività della mia pagina non avrebbero rispettato le normative di Facebook". Problemi con i social media per il candidato alla presidenza della Regione per l'Altra Emilia-Romagna Stefano Lugli. 

"Chi mi conosce sa che sono sempre molto rispettoso delle opinioni altrui, nella vita reale e qua su Facebook - sottolinea Lugli proprio sulla sua pagina - sono stato censurato da qualcuno che non conosco e non so neanche il perché. Ho inviato ricorso, non so a chi, ma ho poca fiducia di ricevere udienza. Voi capite bene che il danno che io e L'Altra Emilia-Romagna stiamo subendo a 20 giorni dal voto in una campagna elettorale in cui il ruolo dei social è sempre più rilevante è particolarmente significativo".

Regionali, il candidato de L'Altra Emilia-Romagna Lugli: "Al centro il lavoro" 

Il candidato alle regionale è consapevole del "paradosso di contestare Facebook su Facebook, ma la ‘bestia’ di Mark Zuckerberg è oggi uno strumento capace di influenzare più di quanto crediamo l’opinione pubblica. Sappiamo molto bene che attraverso modifiche dell’algoritmo i dirigenti di Facebook decidono cosa mostrare agli utenti e cosa nascondere. E sappiamo molto bene che i servizi di Facebook, sono stati messi a disposizione per organizzare proteste, rivoluzioni, far cadere governi e farne nascere di nuovi. Insomma Zuckerberg è oggi più potente del Presidente degli Stati Uniti, e questo dovrebbe farci riflettere parecchio - continua - tutto questo per dire che se la mia visibilità nella prossima settimana sarà ridotta non è perché non sto facendo campagna elettorale, ma perché qualcuno ha deciso di nasconderla". Quindi l'inivito a seguirlo sul suo  profilo personale e a mettere il like alla pagina L'Altra Emilia-Romagna: "Vi chiedo di condividere questo post in modo che anche i vostri amici sappiamo di quello che sta accadendo all’unica lista che presenta una concreta e reale alternativa alle prossime elezioni regionali del 26 gennaio 2020". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento