Elezioni a Imola, Marco Panieri ha presentato la sua lista: punti e candidati di "Imola Corre"

Il candidato della coalizione del centrosinistra: "Tutti i candidati hanno una grande conoscenza del territorio e della città, comprese le criticità da risolvere e le eccellenze e le potenzialità da valorizzare"

Il candidato sindaco a Imola Marco Panieri presso il mercato coperto “Il Borghetto”, ha presentato  i candidati della lista Imola Corre, che fa parte della coalizione di centrosinistra che ne sostiene la candidatura. Panieri ha presentato (il giorno prima era stata presentata Imola Coraggiosa") la squadra esprimendo la sua soddisfazione per la pluralità di personalità che la compongono. Persone con passioni, competenze professionali e percorsi personali molteplici, ma tutti con una grande conoscenza del territorio e della città, comprese le criticità da risolvere e le eccellenze e le potenzialità da valorizzare.

I punti del programma del candidato di centrosinistra

I punti del programma sono stati esposti sinteticamente dal candidato sindaco e poi da ognuno degli altri candidati, che ha spiegato quali competenze e esperienze potrà apportare al progetto di governo. Il focus è stato soprattutto su interventi e investimenti a lungo termine, quindi su temi come la salvaguardia del sistema sanitario pubblico, la valorizzazione del potenziale turistico della Città, l’attenzione verso i più deboli e verso i giovani, con l’impegno verso la loro formazione per un miglior inserimento nel mondo del lavoro, il rilancio economico, l’ambiente e la sostenibilità. La sanità pubblica imolese va rafforzata e ne va tutelata l’autonomia, con un occhio di riguardo verso strutture d’eccellenza come Montecatone.

"È stata espressa la volontà forte di ridare vita al Centro Storico, recuperando i tanti spazi sia interni che all’aria aperta, che ora sono poco o per nulla utilizzati, come ad esempio proprio “Il Borghetto”, che per la sua posizione centrale sarebbe un ottimo luogo dove attirare nuove attività commerciali, ma anche locali per la socialità. Poi il parco dell’Osservanza che offre spazi e possibilità per iniziative di pregio, come già
rappresentato dal nuovo auditorium di prossima inaugurazione e dalla collaborazione con l’eccellenza cittadina dell’Accademia pianistica. Tutto questo sarà possibile anche attraverso la creazione di una cabina di regia che metta in comunicazione tutti i soggetti coinvolti, esercenti, amministrazione, cittadini ecc..." ha spiegato Panieri. 

"Il rilancio economico non si basa solo sull’attrarre nuove imprese, ma anche sull’investimento in nuovi sistemi produttivi sostenibili, attenti alle questioni ambientali e il rilancio del turismo, dove il ruolo dell'Autodromo anche a seguito del ritorno del Gran Premio di Formula 1 e della candidatura di Imola al Mondiale di Ciclismo, ne rappresenta un tratto distintivo. Anche i giovani sono al centro dell’impegno della lista: c’è l’intenzione di investire nella loro formazione, per esempio tramite l’avvio del nuovo corso di meccatronica previsto per l’anno prossimo, che oltre a fornire un’opportunità di specializzazione, è bene integrato con la domanda produttiva del territorio".

Patrizia Tassinari ha poi elaborato ulteriormente su questi punti, data la sua posizione di referente accademico della sede di Imola dell’Università di Bologna: continuare ad ampliare il polo imolese per attrarre sempre più studenti da dentro e fuori l’Italia. Tratto caratteristico della lista è, inoltre, l’impegno verso la promozione dello sport data la presenza di tante personalità che vanno dal ciclismo al basket, al calcio e al tennis da tavolo. Per uscire dall’isolamento istituzionale in cui Imola è finita negli ultimi anni, rilanciare i rapporti con Circondario e altri soggetti territoriali a tutti i livelli, a partire dalle frazioni. Per questo è stata messa in luce l’importanza di infrastrutture e trasporti, che per una Città in una posizione geograficamente così nevralgica, sono fondamentali.
Infine, l'attenzione verso le questioni sociali, il superamento delle disparità e l’aiuto ai più deboli, materia su
cui Imola, con la sua lunga storia di associazionismo, è da sempre stata all’avanguardia ed è un primato da
non perdere ma da perseguire.

Ecco i candidati della lista "Imola Corre"

  • TASSINARI PATRIZIA
    Professore ordinario all’Università di Bologna. Coordinatrice del dottorato di ricerca internazionale della sede di Imola in “Health, Safety and green systems”. Presidente della II Sezione dell’Associazione italiana di Ingegneria Agraria. Autrice di più di 300 pubblicazioni e responsabile di numerosi progetti di ricerca nazionali e internazionali. Dal 2008 è referente accademico unico per delega rettorale della sede di Imola dell’Università di Bologna. Premio “Grifo di Cristallo” – Albo d’oro della città di Imola, dicembre 2017 (per figure che si sono distinte per rilevanti progetti di sviluppo del territorio). Info più personali. Ama la musica lirica, l'impressionismo e il cubismo, il paesaggismo e il design nella moda e nell’architettura.

  • PENAZZI ELENA

Farmacista titolare di farmacia privata e giornalista pubblicista. Si occupa da sempre di comunicazione scientifica e creazione di eventi, corsi e progetti a carattere sociale e solidale. Consulente di aziende nazionali e internazionali, docente di Comunicazione per l'università di Ferrara. In passato ha lavorato 10 anni come assistente ufficio stampa per l'Autodromo di Imola (Formula 1 e Motomodiale).

  • VICENZI GUGLIELMO

1949, laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Bologna nel 1974, si è specializzato i seguito in Ortopedia e Traumatologia e poi in Fisiokinesiterapia. Dopo una carriera ventennale presso l’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna, è stato nominato primario della divisione di Ortopedia e Traumatologia dell’Ospedale Civile di Imola. Dal 2004 al 2015 è stato il direttore del Dipartimento Chirurgico dell’Azienda Usl di Imola.

  • SCAZZIERI DAVIDE

1972, laureato in Economia Aziendale è un consulente finanziario per Banca Mediolanum. E’ un atleta paralimpico di Tennis Tavolo, vincitore di titoli mondiali ed europei. Ha indossato la maglia azzurra a cinque Mondiali e alle Paralimpiadi di Londra nel 2012. Presidente e fondatore dell’ASD Lo Sport è Vita Onlus, VicePresidente del Comitato Italiano Paralimpico Emilia Romagna e membro del CdA della Fondazione Montecatone Onlus. Da sempre si impegna nella promozione dello sport, uno strumento di integrazione che deve essere accessibile a tutti.

  • BOSI BARBARA

Classe 1966, ragioniera, attiva nell'associazionismo sociale e in diverse realtà scolastiche mediante i comitati genitori, per promuovere iniziative a sostegno dei più giovani.

  • CASERTANO SALVATORE

45 anni, attualmente dipendente della Irce S.p.a. e consigliere presso il centro sportivo italiano. Impegnato in molte attività di aiuto umanitario, tra cui il terremoto di Amatrice. Da 23 anni arbitro di calcio presso il centro sportivo italiano per passione.

  • CASETTI ROBERTA

Classe 1981, laureata in economia e imprenditrice settore eventi, fiere, manifestazioni sportive e culturali, enogastronomiche e turismo. Sfruttando la sua decennale esperienza in questi ambiti, vuole dare un nuovo slancio al nostro territorio.

  • CONTI SOFIA

Laureata in Scienze della Comunicazione, lavora nel settore dell'intralogistica in una società tedesca nella sede di Imola. Tifosa dell'Andrea Costa, si diletta da diversi anni nell'ufficio stampa, gestendo le pubbliche relazioni. Nel tempo libero gioca a pallavolo e vive la sua città in ogni sua sfaccettatura.

  • CRISTIANI RENZO

1962, laureato in  Giurisprudenza all’Università di Bologna, si occupa tramite la sua associazione di crisi dei rapporti di lavoro delle alte professionalità, consulenza aziendale e gestione contenzioso nei settori ad intensità di lavoro e negoziazione sindacale aziendale. Ha fondato e presieduto fino all’aprile 2015 l’AGER.

  • FIERA MASSIMO detto “Max”

37 anni, nato e sempre vissuto a Imola. Si laurea nel 2009 in Ingegneria Ambiente e Territorio a Bologna. Da 20 anni è impegnato nello sport della pallacanestro, in particolare nel settore giovanile, prima nell’Andrea Costa Imola Basket ed ora come direttore sportivo e responsabile Minibasket dell’International Basket Imola. Si è impegnato anche nell’organizzazione di eventi sportivi come il torneo Chicco Ravaglia e La Volta 3x3.  Tramite lo sport è impegnato anche nel sociale e nel volontariato.

  • LAMIERI CARLA

Insegnante, Ex Presidente del Comitato Consultivo Misto AUSL e dal 2003 Presidente dell’Istituto Ramazzini, comprensorio Imolese.

  • MANARA ALAN

Classe 1977, presidente presso Centro Abita - amministrazioni condominiali. Impegnato nel volontariato sociale e nel gruppo organizzativo della festa paesana “Ponticelli s'in...birra!!!” Promotore della “Festa dei vicini di casa”.

  • MARTELLI ALESSANDRO

Imolese, 21 anni. Laureato in Economics and Finance presso l’Università di Bologna con votazione 110 e lode. Ha scelto di mettersi in gioco per la città con un approccio positivo e con la voglia di innovare punti di forza e criticità.

  • MEGA PIERPAOLO

Nato a Pesaro nel 1957. Vissuto a Pesaro, Palermo, Roma e Torino prima di approdare nel 1984 a Imola. Laureato in Ingegneria Meccanica al Politecnico di Torino. Attualmente Technical Manager specializzato in attrezzature per la Grande Distribuzione. La voglia di conoscere l’ha portato a viaggiare attraverso le affascinanti variazioni delle Attività Umane e Sociali.

  • MENGOLI LUCA

Nato nel 1970, laureato in Ingegneria Informatica, responsabile IT presso una società di servizi alle imprese del commercio e del turismo del territorio. Impegnato da anni come genitore nel promuovere la collaborazione scuola-famiglie. Appassionato di letteratura e teatro, ha contribuito alla nascita di associazioni con le quali realizza eventi culturali.

  • MICHILLI LOREDANA

Classe 1972, diplomata in ragioneria, impiegata presso patronato Epasa-Itaco CNA Imola. Impegnata nel volontariato sociale.

  • NANNI DERVIS

Nato a Imola nel 1947, laureato in Architettura a Firenze nel 1970. Da 50 svolge attività nel campo dell’edilizia residenziale, socio-culturale, del terziario e dell’urbanistica, privilegiando il campo del recupero e del restauro. Da 10 anni esprime la propria vocazionalità nel campo del sociale nella Cooperativa Sociale IL SORRISO Soc. Coop. A r.l.

  • POLLINI MARCELLO

Classe 1962, giornalista professionista, iscritto all’Albo dal 1989. Attualmente Responsabile Ufficio Stampa Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari. Impegnato nella comunicazione sportiva e nell’organizzazione di eventi. Ha lavorato come inviato per le più importanti riviste italiane del motorsport.

  • RACCAGNI RITA detta “Rita”

Classe 1970, diplomata, impiegata in azienda settore commercio. Impegnata nel volontariato, presidente CDI Polo imolese, componente da anni del Coordinamento Presidenti della città Metropolitana e Bologna, attiva nel gruppo pro-scuola imolese, partnerships Manager Federazione Italiana Lacrosse FIGL, volontaria con Avis Bologna.

  • SELLERI MARCO

Dopo più di 43 di lavoro nel privato e gli ultimi 20 da dirigente nel settore dell’automazione, oggi è neopensionato. Ha una grande passione per il ciclismo fino al punto da utilizzare il suo tempo libero per organizzare gare ciclistiche, tra queste il Giro d’Italia Giovani Under 23, categoria che lancia giovani promesse al professionismo.

  • SUZZI SARA

25 anni, nata e vissuta a Imola e da più di 3 anni titolare del negozio Lecca Lecca nel centro storico.

  • TATTINI MARCO detto “Tatto”

Imolese, 29 anni, laureato in Economia e Gestione Aziendale. Ha giocato per 18 anni all’Imolese Calcio, senza trascurare la sua formazione culturale. La sua carriera gli ha permesso di abitare in diverse città d’Italia e di esserne arricchito. Oggi sceglie di partecipare attivamente alla vita di comunità della sua città.

  • USSIA ANTONIO

Classe 1995. Diplomato presso Istituto Paolini Cassiano. Impiegato nel settore commerciale marketing, impegnato nell'associazionismo imolese con BOF e con il progetto “Never GiveUp memorial Nicola Ussia”, consigliere del Centro Sociale La Stalla.

  • VISANI MATTIA

Lavora da anni nel settore delle imprese culturali. La sua formazione è artistica e letteraria. Collabora con i maggiori professionisti del settore delle arti dello spettacolo, costruendo relazioni con enti, istituzioni, intellettuali, studiosi e artisti di tutte le parti del mondo. Pensa che la cultura sia impresa, che fare cultura significhi produrre valore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

  • Coronavirus Emilia-Romagna: +2723 contagi, 47 morti (25 a Bologna)

Torna su
BolognaToday è in caricamento