Elezioni a Imola a ridosso dell'inizio della scuola: ipotesi di trasferire i seggi all'autodromo

Seggi elettorali nei box e nelle sale dell'autodromo per i residenti del capoluogo, nei centri sociali o nelle palestre per i residenti delle frazioni: questa la proposta della candidata Carmen Cappello per non sospendere di nuovo le lezioni in aula

Le elezioni comunali di Imola si terranno il 20 e 21 settembre, a solo una settimana dall'inizio dell'anno scolastico, così come programmato per l'anno difficile del post Covid: e se invece dei plessi scolastici si usassero altri luoghi che possano garantire efficienza e sicurezza? Questa è la proposta avanzata dalla candidata Carmen Cappello, che ha scritto al commissario Nicola Izzo. 

Lista 'Cappello sindaca' nella lettera a Izzo: "Seggi in autodromo, centri sociali e palestre"

La lista civica 'Cappello sindaca' scrive al Commissario del Comune di Imola Nicola Izzo, esprimendo preoccupazione per lo svolgimento delle operazioni di voto nei plessi scolastici, in occasione delle elezioni amministrative 2020. Nella lettera, si chiede di valutare la fattibilità di un trasferimento dei seggi elettorali all'interno dei box e delle sale dell'autodromo per i residenti del Comune capoluogo, all'interno dei centri sociali o nelle palestre per i residenti delle frazioni.

"No alla sospensione delle lezioni dopo il lungo periodo di chiusura"

La lista di Carmen Cappello manifesta così tutta la sua preoccupazione a utilizzare, come di prassi, i plessi scolastici quali sedi di seggio elettorale. Infatti, le prossime elezioni amministrative si svolgeranno in due giornate, 20 e 21 settembre, con spoglio il 22 settembre, appena una settimana dopo l’inizio dell’anno scolastico 2020/21 nel Comune di Imola: "Sospendere le lezioni dopo il lungo periodo di attività didattica a distanza, a causa della diffusione del Covid-19 – dichiara Carmen Cappello -, comporta un inevitabile disservizio sia agli studenti che alle famiglie, nonché enormi costi per le varie sanificazioni necessarie".

"Quelli proposti sono spazi che garantirebbero distanziamento"

Alla luce di tali valutazioni, nonché delle preoccupazioni che stanno animando le famiglie imolesi, la lista civica scrive al Commissario proponendo, quindi, di valutare la fattibilità di un trasferimento dei seggi elettorali negli spazi dell'Enzo e Dino Ferrari per i residenti del Comune capoluogo, nei centri sociali o nelle palestre per i residenti delle frazioni. "Si tratta di spazi – va avanti la Cappello - che consentirebbero sia il rispetto del distanziamento sociale durante le operazioni di voto sia la realizzazione di percorsi di entrata e uscita distinti per i votanti, evitando assembramenti e limitando il numero delle operazioni di sanificazione necessarie, oltre a garantire la prosecuzione senza interruzioni dell’attività scolastica». E conclude: «Noi avanziamo proposte fattibili, non facciamo chiacchiere".

L'intervista alla candidata Carmen Cappello 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Emilia-Romagna, bollettino covid 26 novembre: + 2157, 515 a Bologna. Calano i casi attivi

Torna su
BolognaToday è in caricamento