Politica

Elezioni a Imola, il centrodestra spinge: 'Arriva Salvini, mai vista una campagna così'

La campagna elettorale si scalda. Convinzione da parte del centrodx, Galeazzo Bignami (FI) e Marco Casalini (LN) lanciano la sfida: "Quando il centrosx non chiude la partita al primo turno, poi perde"

Comizio Palazzolo a Imola

A Imola si avvicina il giorno del voto (elezioni amministrative il 10 giugno, tutte le informazioni per il voto) e la campagna elettorale si scalda con i primi confronti pubblici fra i candidati in lizza. A lanciare la sfida al centrosinistra ribadendo l'unità del centrodestra è Galeazzo Bignami. 

"Il centrodestra è unito con il candidato Palazzolo" 

“Le dinamiche nazionali hanno un percorso proprio – dice Bignami –, un percorso che però parte dal presupposto che il centrodestra, nella sua unità, non si tocca. E per capirlo basta guardare alla Lombardia, al Veneto, alla Liguria, ai risultati ottenuti in Sicilia, in Molise e in Friuli”.

Bignami: "I presupposti per il ballottaggio ci sono"

E anche a Imola, in uno dei Comuni simbolo del potere della sinistra e dove il centrodestra si presenta unito a sostegno del candidato sindaco Giuseppe Palazzolo, “ci sono i presupposti per andare al ballottaggio e vincere” prosegue Bignami. “Quando il centrosinistra non chiude la partita al primo turno, poi al ballottaggio perde. Lo abbiamo visto a San Giovanni in Persiceto, per fare un esempio bolognese, o a Pistoia. A Imola l’obiettivo è vincere e portare a casa un risultato storico che ci proietterà verso le regionali del 2019. Per la prima volta nella storia della Regione Emilia-Romagna, alle politiche del 4 marzo, il centrodestra è risultato forza di maggioranza. E non si tratta di un voto di protesta, ma espressione di una grande voglia di alternanza e di cambiamento. Se andremo al governo della Regione – conclude – non guarderemo alla tessera di partito ma a chi è bravo e a chi no. E anche a Imola abbiamo il dovere di liberare le energie oppresse da 70 anni di governi di sinistra”.

Lega Nord: "Cappello manca di rispetto a tutti gli imolesi"

Arriva dopo alcune assenze della candidata Carmen Cappello a occasioni di confronto pubblico l'attacco di Marco Casalini, segretario sezione Imolese della Lega Nord: "La Cappello e il Pd continuano a mancare di rispetto agli Imolesi. Ennesima assenza ai dibattiti con gli altri candidati che si trovano a fare campagna elettorale senza un confronto diretto con chi ha per oltre 70 anni governato Imola con supponenza e arroganza. Su sei candidati lei era l'unica assente. La Lega censura pubblicamente questo atteggiamento e invita la Cappello e il suo Partito democratico  di Daniele Manca a non presentarsi ai solo incontri di parte e studiati a tavolino per far risaltare la candidata del sindaco uscente". Il riferimento va appunto ai forfait dati la scorsa settimana. 

Salvini a Imola "La campagna elettorale si accenderà"

Confermata la presenza di Matteo Salvini a Imola, anche se non c'è ancora una data: "Anche Bagnai e Zaia nella lista degli ospiti, la campagna si sta acendendo e noi crediamo nelle possibilità del secondo turno. Imola non avrà mai visto una campagna come questa, andiamo veloci verso il 10 giugno" annuncia Casalini. 

Nel frattempo sabato c'è stata la prima iniziativa pubblica per la coalizione di Centrosinistra e la candidata Carmen Cappello, che ha cominciato a parlare del suo programma elettorale: "Imola deve diventare in 5 anni il capoluogo della qualità della vita dell’Emilia Romagna. Il mio progetto è di rendere questa città ancora più attrattiva per attrarre nuovi investimenti e creare lavoro per i giovani, imolesi e non".

L'intervista alla candidata del Movimento 5 Stelle Manuela Sangiorgi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni a Imola, il centrodestra spinge: 'Arriva Salvini, mai vista una campagna così'

BolognaToday è in caricamento