Regionali, base M5S da ok per correre, le reazioni della politica

Di Maio a Bologna la prossima settimana. Borgonzoni e Bernini (FI) all'attacco. Intanto gli eletti locali scaldano i motori per la campagna

C'è movimento nei 5 Stelle in regione, all'indomani del voto online che ha dato lo stop alla desistenza elettorale per le prossime elezioni regionali. Diverse sono a questo punto gli scenari che si aprono in vista del voto di fine gennaio.

A risentire maggiormente del risultato della votazione degli iscritti (70 per cento di no all'astensione dalla partecipazione, con un voto che ha visto i votan a 24mila su circa 124mila aventi diritti, circa il 22 per cento) è la linea dei 'governisti', tra cui il capo politico Di Maio. Il ministro degli Esteri del governo Conte ha accettato il risultato e quindi anticipato che i grillini correranno da soli alle prossime regionali.

Rimane da capire come effettivamente si organizzeranno le liste sul territorio. Intanto a incassare il colpo è anche Stefano Bonaccini, presidente uscente e ricandidato per il centrosinistra. No è mistero infatti che il Pd, all'insegna del governo giallo-rosso, stia cercando i 5 Stelle anche a livello regionale, con alle spalle però il pesante precedente dell'Umbria, dove la cordata ha fallito l'obiettivo.

L'Emilia-Romagna però è un'altra cosa e quindi la speranza non muore. L'accordo elettorale con i cinquestelle potrebbe consegnare un margine in più al centrosinistra nella corsa a Viale Aldo Moro, anche se recenti sondaggi -come quello pubblicato durante il contronto tv tra Bonaccini e Borgonzoni- non assegnano in realtà molto vantaggio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Và da sè che la parola, per i grillini in regione, ora è correre da soli. Intanto le opposizioni commentano con un filo di soddisfazione l'esito del referendum interno al M5S. Per la candidata del centrodestra Lucia Borgonzoni "Facciano gli accordi che vogliono, non penso proprio che ci sia una somma matematica per cui se anche corressero col Pd i loro elettori poi voterebbero Bonaccini". Diverso il parere della senatrice bolognese Anna Bernini di Forza Italia. Per Bernini Pd e 5 Stelle  "tenteranno un accordo, ma non sarà un bene per loro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid -19: dove e come fare il test sierologico a Bologna

  • Riaprono i confini, controlli serrati in autostrada: maxi-sequestro di Vespe rubate in A1

  • Pianoro, tragico incidente lungo la Futa: morto un giovane motociclista

  • Tragedia a Loiano: travolto da un tronco, muore a 43 anni

  • Maxi rissa in Piazza Verdi, volano pugni e bottiglie: "Un inferno mai visto prima"

  • Coronavirus Emilia-Romagna, calo contagi e casi attivi: guarito oltre il 73% dei contagiati

Torna su
BolognaToday è in caricamento