Elezioni regionali, Manes Bernardini: "Sardine e gattini lasciamoli fuori"

L'INTERVISTA. Per il leader di 'Insieme Bologna: "I social in politica ammazzano le coscienze, ci vorrebbe il silenzio elettorale anche per i post"

"Le sardine, i gatti e i pinguini li lasciamo alla politica nazionale. Noi preferiamo concentrarci sui temi concreti che per Bologna sono le infrastrutture, la sicurezza, il passante di mezzo e il tram, la sanità e i pronto soccorso, l'Appennino": Manes Bernardini rilancia 'Insieme Bologna' dopo che qualche giorno fa Bernardini aveva annunciato la scelta di appoggiare il progetto civico della capogruppo di Forza Italia al Senato, la bolognese Anna Maria Bernini, specificando che il suo è e resta un progetto civico "perchè questa è la nostra forza e natura". E così si va verso il voto del 26 gennaio 2020. 

Elezioni regionali Emilia-Romagna: come si vota 

"La politica è mediazione; cambiamento e normalità possono coincidere ed è nostro dovere farli convivere - spiega Bernardini - Daremo il via a una serie di incontri aperti per un confronto con i cittadini al fine di affrontare i temi più sentiti. Non ricicliamo ma innoviamo. Il tema del civismo per noi è centrale e un'opzione 'Guazzaloca bis' è nei fatti. Se la destra non dovesse vincere in Emilia-Romagna allora dovrà fare una riflessione importante". 

La politica al tempo dei social: i gattini di Salvini, le fake news, le campagne a suon di like...cosa ne pensa? "Se potessi decidere io stabilirei il silenzio elettorale sui social, per almeno un mese prima delle elezioni. La sensazione è che tutto quello che vediamo su pagine, profili e bacheche stia ammazzando la coscienza critica della gente che legge poco e male finendo per annientarsi e imbarbarirsi". 

Come vede il voto delle Regionali? "Vedo le campagne elettorali e penso che si debbano creare proposte e idee per il territorio in termini di qualità. Non sono elezioni politiche e quello che conta sono i candidati". 

Il maltempo degli ultimi giorni e le conseguenze che ha avuto in alcune aree del bolognese, cosa pensa? "Tutti fenomeni il giorno dopo. Ma quel che è certo è che si debba fare politica di prevenzione e ci vogliono investimenti per la protezione del territorio. Altri commenti sono superflui, andiamoci piano sui temi delicati, ma pensiamo ad agire e farlo in fretta per evitare disastri".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: fermato treno a San Ruffillo. Era un falso allarme

  • Coronavirus: in Emilia Romagna chiuse scuole, asili e luoghi di cultura. Stop a eventi e manifestazioni

  • Coronavirus, due nuovi casi a Modena e uno a Piacenza. In Emilia-Romagna 26 in totale. Venturi: "Proporremo nostra metodica alle altre Regioni"

  • Coronavirus, il sindacato scuola: "Sospendere attività fino all'8 marzo"

  • Coronavirus: riminese ricoverato, aveva volato dal Marconi. Positivo anche un altro passeggero dello stesso volo

  • Coronavirus Emilia Romagna, le scuole restano chiuse? Venturi: "Ancora non si è deciso"

Torna su
BolognaToday è in caricamento