menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni Imola, il politologo: 'Centrosinistra? Una marmellata allo sbando'

Per il professore ed editorialista serve 'Sbarazzarsi di tutto ciò che ha rappresentato la sinistra fino ad ora' e ricominciare da capo

La sinistra? "Una marmellata generale che ha perso la sua capacità di essere forza trainante del consenso politico". Paolo Pombeni, politologo ed editorialista, non lascia spazio a molte interpretazioni quando commenta i risultati dei ballottaggi alle elezioni amministrative di ieri, che hanno segnato una sconfitta generale del centrosinistra.

Secondo Pombeni "sarebbe da rivedere proprio il significato del termine", perché, si chiede, "che cosa intendiamo oggi quando parliamo di centrosinistra? Abbiamo da una parte i nostalgici e dall'altra i delusi". In Italia "non esiste più alcun tipo di bipolarismo, ma c'è un solo trend 'mainstream' che viene seguito", aggiunge Pombeni parlando alla 'Dire' del successo della Lega.

"Come si può pretendere che venga votata una persona che invece che al futuro dei cittadini pensa al suo futuro istituzionale?", chiede Pombeni riferendosi alla città di Imola, storica 'roccaforte rossa' che ieri, dopo 73 anni, ha visto trionfare Manuela Sangiorgi del Movimento 5 stelle.

Quindi cosa dovranno fare sinistra e centrosinistra adesso? Semplice: "Sbarazzarsi di tutto ciò che l'ha rappresentata fino ad ora" e ricominciare da capo. "Cambiare volti, cambiare gruppi dirigenti" perché "molti elettori hanno smesso di crederci". I risultati dei ballottaggi alle amministrative, secondo il politologo, ne sono un chiaro esempio.

"L'Emilia-Romagna ha bisogno di una vera e propria rivoluzione copernicana" ma questo non può accadere "inserendo soggetti 'fintamente civici' da ogni parte", perché altrimenti "rischierà moltissimo". Una regione che è lo specchio del Paese. Quell'Italia che alle prossime elezioni del 2019 dovrà aspettarsi "un rimescolamento di carte non meno drammatico di quello che sta accadendo all'interno" dei suoi confini.

Ci sarà un cambiamento ma "dovremo essere bravi a chiederci, quale cambiamento sarà?", sperando che il prossimo arrivato sia "più capace di Matteo Renzi che è stato incapace di gestire il successo" e che, continua Pombeni, "invece che radicare il suo consenso si è chiuso nella cerchia dei 'suoi amichetti' perdendo tutto". Secondo l'editorialista dunque ora "non ci resta che vedere come si evolverà la situazione" anche se "questi 'a destra' sembrano molto più furbi", conclude parlando del neo Governo giallo-verde. (Saf/ Dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento