rotate-mobile
Elezioni Comunali 2012 Provincia di Bologna Budrio

Elezioni Budrio 2012: voto disgiunto, come funziona?

Un'opzione prevista da varie leggi elettorali, permette di dare la propria preferenza contemporaneamente a più partiti e/o a candidati in corsa per diversi schieramenti. Ecco come fare

Count-down per le elezioni amministrative del prossimo 6 e 7 maggio 2012 anche nel bolognese, dove saranno due i comuni a dover scegliere il loro nuovo sindaco: Budrio e Porretta Terme.

COME SI VOTA. Seggi aperti domenica 6 maggio, dalle ore 8 alle 22 e lunedì 7 maggio dalle 7 alle 15. Sulla scheda elettorale ogni candidato alla carica di primo cittadino della città sarà riportato al fianco della lista o delle liste con cui è collegato. L'elettore può votare:
- per una delle liste, tracciando un segno sul relativo contrassegno; il voto così espresso si intende attribuito anche al candidato sindaco collegato;
- per un candidato a sindaco, tracciando un segno sul relativo rettangolo, non scegliendo alcuna lista collegata; il voto così espresso si intende attribuito solo al candidato alla carica di sindaco;
- per un candidato a sindaco, tracciando un segno sul relativo rettangolo, e per una delle liste collegate tracciando un segno sul relativo contrassegno; il voto così espresso si intende attribuito sia al candidato alla carica di sindaco sia alla lista collegata;
- per un candidato a sindaco, tracciando un segno sul relativo rettangolo, e per una lista non collegata tracciando un segno sul relativo contrassegno; il voto così espresso si intende attribuito sia al candidato alla carica di sindaco sia alla lista non collegata ('voto disgiunto').
L'elettore potrà, altresì, manifestare un solo voto di preferenza per un candidato alla carica di consigliere comunale, segnando, sull'apposita riga stampata sulla destra di ogni contrassegno di lista, il nominativo (solo il cognome o, in caso di omonimia, il cognome e nome e, ove occorra, data e luogo di nascita) del candidato preferito appartenente alla lista prescelta.
 
COS'E' IL VOTO DISGIUNTO? Il cosiddetto voto disgiunto è un'opzione prevista da varie leggi elettorali; iesempio-1n Italia è ammesso sia per le elezioni regionali, sia per le elezioni comunali nei Comuni superiori ai 15.000 abitanti. Quindi è un’operazione valida anche a Budrio, che sceglierà il nuovo sidaco e 16 consiglieri comunali.

Come votare in maniera disgiunta?
ESEMPIO 1 (VEDI ESEMPIO A LATO) Si ha voto disgiunto quando l'elettore vota per una lista e per un candidato sindaco diverso da quello che essa sostiene. Si veda esempio che segue: croce sul simbolo e sul candidato sindaco di altra lista.

ESEMPIO 2 (VEDI ESEMPIO A LATO) Si può anche scegliere di votare per un candidato sindaco di una lista e un candidato consigliere appartenete ad altra lista. Si veda esempio che segue: croce sul simbolo, espressione preferenza per il candidato consigliere di cui si scriverà il cognome o nome e cognome in caso di omonimia, e poi croce sul candidato sindaco di altra lista. La croce sul simbolo del partito corrispondente al consigliere scelto è facoltativa.

 

 

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Budrio 2012: voto disgiunto, come funziona?

BolognaToday è in caricamento