rotate-mobile
Elezioni Budrio

M5S Budrio: accordo tra le forze politiche “alle elezioni scrutatori a basso reddito”

Il Movimento 5 Stelle di Budrio lancia un nuovo criterio di selezione degli scrutatori nelle prossime elezioni politiche 2013: privilegiare i cittadini più bisognosi

Una proposta lanciata dal Movimento 5 Stelle di Budrio e riportata sul profilo Facebook di Antonio Giacon, consigliere comunale e avversario del sindaco Giulio Pierini alle amministrative 2012: un cambio di passo nella selezione degli scrutatori alle prossime elezioni politiche del 24 e 25 febbraio.

CRISI. “Dato il forte momento di crisi che stiamo attraversando, con attività che chiudono, con persone licenziate, disoccupate, in cassa integrazione ed esodate, con un numero sempre più elevato di famiglie che non ce la fanno ad arrivare ormai alla metà del mese” scrive Giacon “chiediamo all’Amministrazione comunale e alle varie forze politiche di impegnarsi affinché gli scrutatori (ca. 60 persone) nei seggi di Budrio, non siano scelti in base a criteri si spartizione politica ma che vengano individuati nell'albo degli iscritti, coloro che più abbiano bisogno di piccolo aiuto concreto”. 200 euro che fanno comodo, il compenso per la due giorni delle politiche, secondo il consigliere.

GENTLEMEN’S AGREEMENT. Il Movimento interpella dunque le forze politiche perché si facciano “parte attiva affinché siano definiti dei criteri di selezione che privilegino i cittadini a più basso reddito e più bisognosi a ricoprire questo ruolo. Nel caso non fosse possibile cambiare la regola che vede i partiti suggerire gli scrutatori iscritti all'albo degli scrutatori, chiediamo che sia stabilito un gentlemen's agreement tra le forze politiche che faccia si che i nominati siano individuati tra chi, iscritto all'albo degli scrutatori, abbia realmente bisogno di un'entrata extra e che questi cittadini siano individuati in maniera unitaria, senza il reclutamento partitico di parte”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

M5S Budrio: accordo tra le forze politiche “alle elezioni scrutatori a basso reddito”

BolognaToday è in caricamento