menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I collettivi alzano barricate in Piazza Verdi, ma Salvini sarà in Piazza Maggiore

Iniziata la lunga azione di protesta degli antagonisti contro il comizio di fine campagna elettorale del leader leghista, al quale è stata negata Piazza Verdi, ma che sarà comunque in città in una nuova location ancora 'top secret'

"Sorpresa svelata! - scrive infine Matteo Salvini su Facebook, pochi minuti dopo le 17 - Amici Bolognesi, tra poco, alle 18, vi aspetto in Piazza Maggiore. Senza paura!Astenersi zecche rosse, centri a-sociali e perditempo: Bologna non è vostra, Bologna è dei bolognesi per bene!

Centro storico nuovamente blindato, Piazza Maggiore delimitata dalle camionette, mentre si attende l'arrivo del leader del Carroccio ci sono stati lanci di oggetti e iniziano i primi tafferugli tra contestatori e polizia. 

I collettivi lo aspettavano in Piazza Verdi, piazza che per gli era stata negata. "Le 18 si avvicinano, ma noi continuiamo a resistere determinati in Piazza Verdi! Pronti a cacciarti!": questo il messaggio del Collettivo Universitario Autonomo pubblicato a ridosso dell'orario indicato da Matteo Salvini per la sua visita bolognese. 

Era iniziata con ore di anticipo l'azione di protesta dei collettivi studenteschi contro la visita in città del leader della Lega Nord, Matteo Salvini, che oggi pomeriggio è a Bologna per accompagnare la candidata sindaco del centro destra nell'ultimo comizio elettorale prima del voto di domenica prossima, ma che fino all'ultimo non ha svelato dove avrebbe incontrato i cittadini. 

Ieri sera in piazza Verdi gli antagonisti hanno alzato barricate "contro il razzismo di Salvini" e oggi sono accampati in zona 'U' con tende e striscioni. Questo il messaggio dei manifestanti, che in diverse decine si sono radunati nel cuore della zona universitaria, dove sono state anche pianta delle tende, per "occupare la piazza e presidiarla - fa  sapere il Cua (collettivo universitario autonomo) - per segnalare la determinazione di studenti e studentesse ad opporsi a qualsiasi forma di provocazione leghista. Salvini, qua non sei il ben accetto

".

Tra fumogeni, cartelli e musica, gli antagonisti hanno trascorso così la serata di ieri, pronti oggi a continuare nell'azione di contestazione contro il leghista, che - nonostante non abbia avuto il permesso di fare il suo comizio da piazza Verdi (negato per questioni di sicurezza dalla Questura) - oggi sarà lo stesso sotto le due torri.

Il luogo resta ancora ignoto. La location  sarà a sorpesa, come ha annunciato oggi Salvini veicolando l'informazione sui suoi social.

Intanto dal Carroccio  aspri attacchi per il no del questore al comizio in piazza Verdi: decisione che dimostra "la resa delle istituzioni ai prepotenti". E per questo dovrebbe pronunciarsi il ministro degli Interni, Angelino Alfano, manda a dire il consigliere comunale di Uniti si vince Lorenzo Tomassini, ex esponente Fi e candidato con la lista civica di centrodestra a sostegno della candidata sindaco leghista  Borgonzoni. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento