Elezioni Bologna, Salvini: 'La Lega può vincere al ballottaggio'. Si cerca appoggio M5S e civici

Il leader del Carroccio parla di un "risultato storico" ed è già pronto a tornare in città per sostenere Borgonzoni, che nel frattempo cerca una sponda tra i sostenitori grillini e quelli di Bernardini, avvisando: "Se ci sarà accordo sarà su contenuti, non sullo scambio di poltrone"

SALVINI E BORGONZONI

Matteo Salvini è "strafelice per i risultati della Lega Nord ". Il segretario della Lega nord definisce "storico" il ballottaggio  tra Lucia Borgonzoni e Virginio Merola a Bologna: "Vuol dire la voglia di libertà dei cittadini dalla prepotenza e arroganza dei centri asociali e del Pd", sottolinea il leader del Carroccio, che ci crede nella prossima tornata elettorale del 19 giugno: "a Bologna si può vincere" al ballottaggio, secondo Salvini, che ha sottolineato come "per la prima volta la Lega nord in città va in doppia cifra".

E come c'era da aspettarsi, il leghista è già pronto a tornare al'ombra delle Due Torri, dove le visite non sono mancate negli ultimi tempi. La nuova visita ci sarà "certamente", conferma la candidata  Borgonzoni, anche se una data al momento ancora non c'è.

LEGA A CACCIA DI CONSENSI TRA SOSTENITORI M5S E BERNARDINI. Intanto all'indomani del voto, la candidata di centrodestra non perde tempo e lancia un appello agli elettori di 5 stelle e di Manes Bernardini. "Sicuramente incontrerò tutti- afferma la leghista- ma è fondamentale parlare soprattutto agli elettori, perchè non c'è nessuno in grado di spostare i propri voti" su questo o quel candidato. E se ci sarà un'intesa, sarà "un accordo basato sui contenuti, non sullo scambio di poltrone".

Di certo, "viste le votazioni in Consiglio comunale in questi anni- sottolinea Borgonzoni- sono convinta che le posizioni degli elettori M5s e di Bernardini siano molto vicine alle mie. Non vedrei il motivo per cui dovrebbero andare verso  Merola". A maggior ragione, sostiene la candidata del centrodestra, il sindaco uscente "non riuscirà a catalizzare più del 40% che ha preso al primo turno". Un risultato, quello di Merola, che ha sorpreso persino la stessa Borgonzoni. "Io avrei detto 42 o 43%- ammette la leghista- all'inizio ho stentato anch'io a commentare i dati, perchè sotto il 40% non me lo sarei aspettato. Forse sono stata vittima anch'io del racconto di una Bologna stra-rossa".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bufera social, Cremonini sulla colf: "L'ho chiamata Emilia, se pago posso cambiare il nome"

  • Offerte lavoro Bologna fisso mensile

  • Nuova ordinanza di Bonaccini: posti a sedere su bus e treni occupati al 100%

  • Positivi due lavoratori di una pizzeria a Casalecchio, la scoperta dopo una rissa: tamponi a tappeto e controlli

  • Come pulire e disinfettare i condizionatori: trucchi e consigli

  • Incidente sulla A1: scontro camion-furgone, due morti

Torna su
BolognaToday è in caricamento