rotate-mobile
Elezioni comunali 2016

Elezioni 2016, 'Coalizione Civica' si presenta: "Il nostro sindaco non è un leader"

Mario Bovina, il presidente dell'associazione, descrive gli obiettivi del gruppo che correrà alle prossime amministrative: "I politici hanno dimostrato di volersi occupare solo delle loro carriere"

Hanno aperto la campagna elettorale con i manifesti che ritraggono il Nettuno con la molletta al naso (i primi per il momento su Bologna) e dichiarano che quella che deve cominciare è una nuova stagione politica, visto che siamo di fronte a "un ceto politico solo pensoso della propria sopravvivenza, ripiegato su sé stesso, impegnato in lotte intestine e nel soddisfacimento di ambizioni personalistiche, ha potuto contare fino ad ora sull’assenza di alternativa al governo della città. Non sa più interpretare domande e bisogni attuali, ma ostinatamente cerca di ricondurre ogni libera iniziativa e pensiero emergenti a conflitti interni appartenenti ad un passato ormai remoto, leggendo la realtà umana e sociale con occhiali di vent’anni fa". Sono queste le premesse dell'associazione di civici che si affaccia alle prossime elezioni comunali. 

E' il presidente dell'associazione "Coalizione Civica" Mario Bovina a spiegare il progetto: 

"Le motivazioni della nascita di questa coalizione sono sotto gli occhi di tutti: sono le diseguaglianze e le disgregazioni sociali, la solitudine dei cittadini e quel senso di insicurezza di chi si trova in uno stato di perenne agitazione. In questo quadro quando la politica interviene, interviene male e i politici si preoccupano solo delle loro carriere e dei loro partiti. E' evidente che solo una soluzione civica possa funzionare". 

Quanti siete e chi siete? Ci sono all'interno di "Coalizione Civica" anche dei volti già noti alla città?

"Ad oggi siamo circa 700 firmatari dell'appello e 200 iscritti all'associazione. Siamo, per la maggiore, civici puri e solo pochi hanno già avuto esperienze politiche. Fra questi Mauro Zani, Gianmarco De Pieri e Cathy La Torre. Ci sono anche alcuni ex Movimento 5 Stelle come Federica Salsi, che è una civica pura prestata alla politica. Molti hanno alle spalle esperienze legate al movimento per l’acqua pubblica, in quello per la scuola pubblica, la lotta alle infiltrazioni mafiose". 

Il Nettuno di "Coalizione Civica"

Si è detto che siete "a sinistra del Partito Democratico...

"Non vorremmo fare uso della parola 'sinistra radicale', che rischia solo di relegare in un contesto specifico". 

E' presto per il programma, ma quali saranno i punti principali su cui si fonderà?

"I punti del cambiamento sono la lotta alla solitudine sociale e la diseguaglianza. L'obiettivo è raggiungere una maggiore solidarietà. Non puntiamo a grandi opere (in termini materiali e non), ma a una manutenzione costante di umanità e della città. Vogliamo inoltre mettere in atto una inversione di tendenza sulle provatizzazioni attraverso la valorizzazione degli elementi pubblici. Non si tratta di percorsi rapidi, ma sono secondo noi possibili". 

Come sarà il vostro candidato?

"Dovrà rappresentare la propria civicità.Bologna può e deve divenire avanguardia dell’impegno per il riconoscimento dell’uguaglianza di tutti i cittadini di fronte alla legge. Estendendo il campo della cittadinanza si crea una comunità più forte, civile e coesa. Siamo consapevoli della difficoltà imposta all’intero sistema delle autonomie locali, dal patto di stabilità interno che impedisce ai Comuni di investire le risorse disponibili, cui s’aggiunge un formidabile accentramento di funzioni, competenze e risorse in capo allo Stato centrale. Contemporaneamente, il combinato disposto della legge elettorale e della riforma costituzionale, prepara l’avvento di un sistema politico-istituzionale privo di autentica rappresentanza politica. Da Bologna può partire una prima risposta. Ne siamo convinti.

Non ci affidiamo ad un leader: vogliamo un sindaco. Uno di noi cittadini e cittadine. Sola garanzia per interpretare l’esigenza di un cambiamento: vogliamo dare a Bologna un’amministrazione dedita al bene comune. Nient’altro che questo".

I prossimi appuntamenti importanti?

"Oggi, 18 dicembre, abbiamo un incontro importante: si tratta dell'assemblea che fungerà un po' da ultima chiamata ai cittadini". 







 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2016, 'Coalizione Civica' si presenta: "Il nostro sindaco non è un leader"

BolognaToday è in caricamento