Elezioni Bologna 2021 Centro Storico / Via Irnerio, 2

Elezioni, "Bologna bella e sicura": al via oggi la festa della Lega in Montagnola, ma c'è anche un controfestival

Domenica alle 20 l'intervento di Matteo Salvini, ma negli stessi giorni i circoli Arci organizzano "Questo non è il Papetee"

Sabato 4 e domenica 5 settembre al Parco della Montagnola, "Bologna bella e sicura", la festa della Lega in vista delle elezioni comunali del 3 e 4 ottobre. Domenica sera,a lle 20, l'imtervento di Matteo Salvini che presenterà le liste insieme al candidato sindaco del centrodestra Fabio Battistini

Il programma

Si parte sabato 4  alle 16.30 con la consegna dei diplomi dell'accademia federale della Lega, insieme ai responsabili Elena Murelli e Manuel Vescovi.

A seguire gli interventi di Alessandro Morelli, viceministro delle Infrastrutture, del vicesegretario Andrea Crippa e del segretario dei giovani della Lega Luca Toccalini. In chiusura un dibattito con il ministro per le disabilità, Erika Stefani.

Il pomeriggio di domenica 5 settembre sarà dedicato ad un confronto sui temi regionali e nazionali, prima con i consiglieri regionali della Lega poi con i parlamentari.

Alle 18 spazio invece ai sottosegretari Lucia Borgonzoni e Nicola Molteni.

Subito dopo, dalle 19, un dibattito sull'amministrazione dei Comuni, col sindaco di Ferrara Alan Fabbri, Tommaso Fiazza (Fontevivo nel parmense), Giuseppe Vicinelli (Sant'Agata Bolognese), Gian Francesco Menani (Sassuolo), a cui seguirà un intervento dei consiglieri della Lega a Bologna, Francesca Scarano e Giulio Venturi.

Alle 20 punto stampa con il leader nazionale Matteo Salvini, che successivamente presenterà i candidati al Consiglio comunale insieme al candidato sindaco Fabio Battistini, prima di essere intervistato da Michele Brambilla, direttore del Qn. 

Il "controfestival"

La presenza in Montagnola è "strumentalizzata", secondo i circoli Arci RitmoLento e Binario 69 che, sempre nel week end, lanciano il controfestival dal titolo "Questo non è il Papeete": "Ci domandiamo se la Lega Nord e Salvini abbiano mai messo piede in Montagnola durante l’ultimo anno, fuori dalla campagna elettorale, perché se lo avesse fatto sicuramente si sarebbero accorti che già da molto tempo alcune realtà come Arci Bologna, Binario 69 e Frida nel parco lavorano alla cura della zona 365 giorni l’anno. Realtà che preferiscono rimboccarsi le maniche invece di limitarsi a discorsi vuoti - scrivono gli organizzatori - la Montagnola non ha bisogno di passerelle e false promesse - ma di di persone, realtà associative e politiche che sappiano prendersi cura di quella zona, sia in termini ambientali che in termini umani e sociali". Quindi il 4 e il 5 settembre performance artistiche e musicali, da interventi politici, da letture. 

Green pass, la Lega vota contro. Letta da Bologna: "Si mette contro e fuori la maggioranza"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, "Bologna bella e sicura": al via oggi la festa della Lega in Montagnola, ma c'è anche un controfestival

BolognaToday è in caricamento