Domenica, 17 Ottobre 2021

Comunali, Cangini incontra i candidati di Forza Italia. "Con Lepore vince sinistra estrema" | VIDEO

Il senatore azzurro in via D'Azeglio per un incontro con i candidati e le candidate del partito di Berlusconi

Andrea Cangini, senatore di Forza Italia, tra i papabili candidati a sindaco del centrodestra, oggi a Bologna per un incontro con i candidati del partito di Silvio Berlusconi. Il suo nome era stato spinto appunto da Forza Italia che anche oggi lo rivendica ma appoggia convintamente il candidato scelto dalla coalizione: Fabio Battistini. 

Per Cangini e il suo partito, la vittoria di Matteo Lepore significherebbe una svolta ancora più a sinistra. "Quella di Lepore è una candidatura coltivata in vitro da una persona che si chiama Pierluigi Stefanini e fa il presidente di Unipol – afferma Cangini – c'è un paradosso tutto bolognese per cui il mondo della finanza, del potere, dell'establishment finanziario tendente alla globalizzazione lancia sulla scena politica, nel ruolo di sindaco già deciso, il candidato più di sinistra che poteva esserci. Perché avere sindaci deboli è funzionale all'establishment e l'establishment è Unipol, che da sempre sceglie sindaci deboli e poi li sottopone al voto per mera ratifica, sindaci la cui unica qualità è la debolezza. Così la situazione della città non migliora ma tende a peggiorare".

L'avanzo del bilancio comunale? Per Cangini significa una cattiva amministrazione: "C'è un sistema di potere decrepito e non si sa neanche come spendere i soldi", continua il parlamentare: "Se non hai progetti, usalo per tagliare l'Irpef o la pressione fiscale, ma non tenerli fermi perché sono soldi buttati". Cangini ne ha anche per Coalizione civica ("Ferma agli anni '70") e per i punkabbestia ("Solo qui se ne vedono ancora"), per poi dire che in città "c'è una sottocultura estremista, che sostiene Lepore, per cui l'illegalità non è illegalità e l'ordine non è necessariamente un bene". "Se vince Lepore si consegna la città ai centri sociali", dice. 

E Battistini? Cangini risponde affermando di apprezzare chi "ha il coraggio di rinunciare o mettere in discussione le proprie certezze professionali, familiari ed esistenziali per darsi alla politica per passione". Infine, "ci sono le condizioni per un ottimo risultato", dice Cangini, che non si sbilancia sul risultato di Fi ma ricorda: "C'è stato un periodo in cui la Lega aveva il 5% e un grosso peso nella coalizione"

Sullo stesso argomento

Video popolari

Comunali, Cangini incontra i candidati di Forza Italia. "Con Lepore vince sinistra estrema" | VIDEO

BolognaToday è in caricamento