rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024

Comunali, Fdi: "Vince Lepore, più spazio per civici a destra" | VIDEO

Le parole del parlamentare di Fratelli d'Italia Galeazzo Bignami

Altro che tifo per Isabella Conti. In casa Fdi, a Bologna, si dà già per certa la vittoria di Matteo Lepore (Pd) alle primarie del centrosinistra e per il parlamentare Galeazzo Bignami questo è uno scenario favorevole al centrodestra: il candidato "lo individueremo immediatamente dopo le primarie perché crediamo che lo spostamento a sinistra che il Pd sta realizzando lascerà liberi quegli spazi al centro che daranno la possibilità al centrodestra di ricostituire l'alleanza civico-polista che ha regalato a Bologna la stagione di Giorgio Guazzaloca", che nel 1999 divenne il primo sindaco non di sinistra di Bologna.

Comunali, Salvini: "A Bologna corriamo per vincere, candidiamo una squadra"

Ma quale sarà il candidato del centrodestra, dopo l'ennesimo rinvio della decisione al tavolo romano? Un profilo civico o potrebbe passare un nome come quello di Ilaria Giorgetti (Fi)? "E' stato deciso che sarà di area civica, poi questo non significa che una persona che abbia avuto esperienze pregresse non vada bene - afferma Bignami, oggi a margine di una conferenza stampa - ma è chiara l'indicazione soprattutto per persone che possano attingere a un mondo fino ad oggi rimasto privo di rappresentanza, quali appunto i nomi civici che sino ad oggi si sono prospettati", cioè Roberto Mugavero e Fabio Battistini.

"Ma è chiaro - aggiunge il parlamentare - che dovremo saper interpretare il sentimento di quell'area di centro e civica che rimarrà del tutto priva di rappresentanza con la vittoria di Lepore alle primarie". Bignami, poi, rispedisce al mittente le accuse di chi dice che il centrodestra punta ad inquinare le primarie.

"Il Pd deve smetterla di inquinare la città", afferma l'esponente di Fdi: le primarie sono una "faida interna, in cui due candidati di fazione di una singola parte sembra stiano svolgendo chissà che", eppure questo viene presentato come "un momento imprescindibile per la città".

I candidati alle primarie "sono stati abili a sparare un'amenità più grande dell'altra costringendo la stampa a seguirli su queste sciocchezze", attacca Bignami, ma in realtà la consultazione interna al centrosinistra rappresenta "un fenomeno marginale". Perchè, continua il parlamentare, "in realtà saranno centinaia di migliaia i bolognesi che non parteciperanno a quel voto perchè non si riconoscono nel Pd che ha abbandonato le periferie, ha abbandonato gli italiani ed è del tutto introflesso su una bagarre elettorale che vede due persone che amano se stesse, prima ancora che Bologna, impegnate nel prevalere l'una sull'altra".

Invece "noi mettiamo al centro Bologna, non ne facciamo una questione di nomi e di personalismi, ma di progetti e programmi- afferma Bignami- ed è il motivo per cui credo che alla fine le primarie rappresenteranno un momento limitato a una singola parte, rispetto al quale abbiamo dimostrato massimo rispetto ma che impone analogo rispetto".

Il Pd, insomma, "non evochi il centrodestra per le proprie beghe interne, cercando di prefigurare eventuali scenari in caso qualcuno non esca vincitore dalle primarie come si augura. Sono problemi loro, neanche di Bologna- conclude Bignami- e sarebbe bene che se li sbrigassero loro senza tirarci in mezzo". (Dire)

Video popolari

Comunali, Fdi: "Vince Lepore, più spazio per civici a destra" | VIDEO

BolognaToday è in caricamento