Elezioni Bologna 2021 Centro Storico / Piazza XX Settembre

Elezioni, la squadra di Forza Italia nei quartieri: candidati e programmi per il Navile e il Santo Stefano

Andrea Ventura, candidato presidente del Quartiere Santo Stefano e Moreno Masotti, candidato alla presidenza del Quartiere Navile: "Più sicurezza e meno degrado. Cura dei parchi e collaborazione con le associazioni"

Appuntamento al confine fra il quartiere Santo Stefano e il quartiere Navile: la scalinata del Pincio è stata la location scelta da Forza Italia per presentare Andrea Ventura, candidato presidente del Quartiere Santo Stefano e  Moreno Masotti, candidato presidente del Quartiere Navile. A fare gli onori di casa Valentina Castaldini, capogruppo in consiglio regionale di FI e coordinatrice cittadina, che si è subito soffermata sui consensi del partito, arrivati al 6%: "Adesso possiamo puntare ad avere due rappresentanti in consiglio comunale e questo ci ripaga del lavoro fatto. Siamo qui, a metà strada, perchè bisogna far uscire il centro e far entrare le periferie".

Insieme a Castaldini e ai candidati distribuiti sulla scalinata del Parco della Montagnola ("di ogni età e varie professioni") anche l'ex presidente del Santo Stefano Ilaria Giorgetti, capolista a Palazzo d'Accursio (qui l'intervista a Ilaria Giorgetti a tema elezioni comunali): "Conosco bene la dinamica dei quartieri, anche se ahimè, la riforma e la loro riduzione a sei non penso sia stata una buona mossa. La città è male amministrata ed è il momento di una scelta moderata alle urne, per far cambiare finalmente le cose". 

Parola ai due candidati. Andrea Ventura, già consigliere al fianco di Giorgetti ai tempi del suo mandato (sempre al Santo Stefano) fa leva sulla lotta al degrado e alla movida deturpante che caratterizza principalmente la zona universitaria (ipotizza la possibilità di espellere o sospendere gli studenti che non rispettano le regole) e rivolge una critica anche alla raccolta differenziata, che "Va riorganizzata, per non dover più vedere barriere di sacchi azzurri e gialli". Si parte da qui per poi affrontare vari temi, incluso quello dell'area sgambatura cani, visto che il Santo Stefano è il quartiere con più pets. 

Moreno Masotti immagina un Quartiere Navile che sia un buon biglietto da visita per il nuovo tecnopolo che lo ospita: "Il nostro quartiere merita di più, non vogliamo più essere un quartiere di serie B. Più sicurezza, come fu ai tempi di Guazzaloca e dei poliziotti di zona, collaborazioni con le associazioni (importantissima risorsa) e attenzione ai mercati rionali che abbiamo già e che vanno fatti crescere".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Andrea Ventura, il candidato alla presidenza del Quartiere Santo Stefano

Chi è Andrea Ventura? "Sono nato a Bologna 1960. Sono un libero professionista, e svolgo l'attività di consulente finanziario e insieme ad un gruppo di professionisti miei soci, svolgo anche l'attività di Consulenza Finanziaria e Aziendale assistendo importanti Aziende e molti clienti in Emilia e Romagna e in Veneto. Sono stato Consigliere del Quartiere Santo Stefano per diversi mandati dove ho ricoperto diversi incarichi. Mi candido come capolista di Forza Italia al Quartiere Santo Stefano e per il Consiglio Comunale.   

I 15 candidati consiglieri: 

Andrea Ventura, Aiello Daniele, Casadio Maria Chiara, Colliva Alessandro, D’Ambrosio Elisa, Gattiani Maria Bruna, Giorgetti Ilaria, Grandi Marco, Kreshnik Gjergji, Maccheroni Gioia, Montanarini Marco, Rimondini Donatella, Romeo Carmine, Spallone Giorgio, Testa Giandomenico. 

Moreno Masotti, il candidato alla presidenza del Quartiere Navile 

Chi è Moreno Masotti? "Sono nato nel 1959, risiedo e lavoro a Bologna. Sono sposato, padre di due figli, nonno di tre nipotini e di una gattina. Da quarant’anni anni lavoro nelle TLC e da trentuno anni svolgo la professione di sales account manager, enterprise industrial sector & services sales per importanti aziende nazionali del settore.  Ho iniziato la mia attività politica nel 1992 e oggi sono candidato, sempre nella mia città, per il Comune di Bologna e per i Quartieri Porto Saragozza e Navile, dove mi presento per la Presidenza.   
Le sfide impossibili possono diventare possibili". 

I 15 candidati consiglieri: 

Moreno Masotti, Biolchini Chiara, Bartolomei Sara, Brunelli Fabio, Bungaro Edoardo, Carbone Fabio Tiziano, Colliva Alessandro, D’Amato Davide, Federici Emanuele, Gregorio Antonio, Guerra Paola, Pistorozzi Carla, Ragazzi Francesca, Romeo Carmine, Salvagni Giovanni

I programmi per il Santo Stefano e il Navile

Santo Stefano

Una soluzione al degrado

La situazione che negli ultimi anni è sfuggita al controllo. Proponiamo il potenziamento del monitoraggio con l’utilizzo delle forze dell'ordine, la prevenzione dello spaccio e la tutela dei luoghi pubblici cercando di evitare gli assembramenti notturni. I giovani hanno il diritto a divertirsi, ma nel rispetto della pulizia e del decoro delle nostre vie e delle nostre piazze.

Raccolta differenziata nel centro storico

In considerazione del fatto che i Portici di Bologna sono diventati patrimonio dell'Unesco e anche per un fatto di decoro e di igiene, occorre rivedere il piano della raccolta differenziata nel Centro Storico con l'eliminazione della raccolta porta a porta attualmente in vigore.

Università

Realizzazione di un accordo tra Università, Quartiere Santo Stefano, Comune e Prefettura per il monitoraggio del comportamento degli iscritti all'Ateneo, atto a prevedere espulsione o sospensione dalle lezioni per tutti gli studenti che dovessero essere segnalati per spaccio o danneggiamenti a luoghi pubblici.

Aree sgambature Cani 

Abbiamo immaginato la realizzazione e il potenziamento delle aree destinate agli animali all'interno dei parchi e nei giardini del Quartiere, con l’installazione di distributori automatici per la fornitura di sacchettini per le deiezioni canine.

Illuminazione

Realizzazione e potenziamento di impianti di illuminazione all'interno di piazze, giardini o parchi per contribuire alla prevenzione di atti vandalici o alla persona. Impianti moderni e a risparmio energetico.

Piano Sosta 

Occorre prevedere una modifica delle tariffe per il pagamento nelle zone del centro, eccessive e troppo esose, con una modifica degli accessi nel centro storico, ZTL, SIRIO e SARA assieme al potenziamento del piano sosta prevedendo aree per consentire ai cittadini di poter accedere al Centro storico senza l'utilizzo del mezzo privato, piano per l'abbattimento dell'inquinamento delle polveri sottili.

Decentramento

All'interno del riordino dei Quartieri, passati da 9 a 6, occorre prevedere nuove deleghe e risorse attraverso le quali pianificare interventi a favore dei cittadini, oggi i quartieri sono stati depotenziati e sono privi di risorse, per poter avere un vero decentramento, specie sulla scuola, sui servizi sociali e nella gestione degli oneri per impiantistiche e manutenzione occorre che i Quartieri abbiano una disponibilità anche economica.

Piano piste ciclabili

Rivedere e riordinare la dislocazione delle piste ciclabili realizzate in posizioni pericolose per i cittadini e i ciclisti che ne usufruiscono, maggiore tutela dei ciclisti e modifica strutturale dell'attuale piano.

Piano Culturale 

Proponiamo un supporto ad Associazioni Culturali, Istituti, Comitati ed Enti presenti nel territorio del Quartiere per l’organizzazione e la realizzazione di conferenze, spettacoli, visite guidate, incontri culturali di vario genere, mostre e istallazioni artistiche, eventi musicali (danza, concerti) e teatrali, da realizzarsi nelle proprie sale, teatri e negli spazi aperti del Quartiere.

Scuole

Servono progetti in raccordo e a favore delle scuole del Quartiere, dalla salvaguardia dell'ambiente all’educazione alla salute, passando per l’educazione alla legalità, la promozione della conoscenza della città, oltre a favorire progetti di promozione della lettura per tutte le età.

Anziani

Vogliamo garantire una maggiore fruizione degli spazi e dei servizi del Quartiere da parte della cittadinanza anziana come luoghi di socializzazione, aggregazione e ritrovo e risorsa culturale e di memoria.

Assistenza

Il Quartiere deve garantire l’assistenza alle famiglie in difficoltà economiche e sociali, e ai portatori di handicap, a chi ha difficoltà linguistiche e d’integrazione. Inoltre, assistenza e ascolto per donne, donne incinta e adolescenti.

Navile

Il Navile è un Quartiere vivo della città e come tale ha il diritto di esprimersi al meglio, e di sfruttare ogni opportunità essa sia sociale, economica e culturale.  È un Quartiere che da sempre si dà da fare ed è il varco d’accesso alla nostra città. Snodo fondamentale la linea ferroviaria. Merita la giusta attenzione, la giusta amministrazione. Lo meritano tutti i cittadini che vivono quotidianamente.

Questi i nostri punti fondamentali:

  1. Consideriamo molto importanti le libere forme di associazioni distribuite sul territorio, che svolgono un lavoro importantissimo all’interno della loro comunità territoriale. Di conseguenza stiamo contattando le varie forme associative per metterci in ascolto e individuare le loro esigenze, le loro criticità, così da poter dare il nostro contributo e il nostro supporto per migliorare l’attuale contesto di comunità da loro gestito.

  2. Abbiamo alcune zone come Piazza dell’Unità, via Tiarini, l’Ex mercato di via Fioravanti, via Matteotti con annesse vie adiacenti, zona Stalingrado, il Parco Nord, e la Fiera dove i margini di miglioramento sul degrado e sulla sicurezza sono notevoli. L’insicurezza e il degrado devono essere affrontati tutti insieme da tutte le forze politiche, condividendo insieme i percorsi migliori al fine di avere un Navile con più sicurezza e meno degrado.

  3. Il Navile ha innumerevoli parchi e giardini importantissimi per il nostro quartiere, su questo versante siamo favorevoli a un maggiore investimento di risorse per tute quelle associazioni che offrono le loro atttività volontarie a questi importantissimi spazi verdi.

  4. Attualmente abbiamo cinque mercati rionali, il mercato rionale specializzato di via Albani, il mercato di via Bentini, quello dell’Antiquariato di via Matteotti, per citarne alcuni e riteniamo che siano importantissimi per la socialità e per vivere nelle zone coinvolte. Riteniamo che però il Navile abbia anche altre notevoli zone come Oca, Bertalia, Beverara, Noce, Dozza, Arcoveggio, Casaralta e Croce Coperta, si debba aumentare la presenza di altri mercati rionali per rivitalizzare zone troppo “dormienti”.

  5. Crediamo e auspichiamo infine che molte attività culturali di musica e altro che vengono svolte in centro, devono essere svolte se non tutte anche sul nostro quartiere, poiché se siamo in un contesto di città metropolitana, va da sé che non può esistere solo il centro.

  6. Richiediamo una riqualificazione del Parco Nord

  7. Sul Passante di Mezzo, con allargamento delle uscite proprio in corrispondenza all’area Dozza e Navile, adiacente al Parco Nord esprimiamo forte dissenso.

  8. Chiederemo se eletti in quartiere anche un aggiornamento costante, periodico sull’avanzamento delle attività della Trasformazione digitale da parte del RTD della città metropolitana di Bologna, che impatta anche sui vari servizi della parte PA del nostro quartiere.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, la squadra di Forza Italia nei quartieri: candidati e programmi per il Navile e il Santo Stefano

BolognaToday è in caricamento