Sabato, 18 Settembre 2021
Elezioni Bologna 2021

Elezioni, Lepore: "Ecco il simbolo, i miei capilista: Roberto Grandi e Teresa Lopilato"

Un ruolo per le Sardine? "Mattia Santori lo vedrei più in una lista di partito. Sono scesi in piazza non per mandare a quel paese qualcun altro"

Già 200 persone hanno scritto alla mail messa a disposizione dal candidato sindaco di centrosinistra, Matteo Lepore, proponendo la propria candidatura o a impegnarsi per le amministrative. Lo ha dichiarato lo stesso Lepore intervistato questa mattina dai giornalisti Aldo Balzanelli e Giampiero Moscato. 

Occasione anche per presentare il simbolo: "Sono i colori delle primarie, contro tutte le discriminazioni, e poi l'arco che ricorda i portici di Bologna". 

Il candidato svela anche i nomi dei capilista della sua lista civica: "Dopo il 15 agosto lavoreremo al resto della lista, stiamo facendo colloqui a diverse persone ed esaminando i curricula, anche perchè il 3 settembre vanno depositate" per ora ha individuato "due figure che hanno lavorato con me, che hanno dato un contributo civico molto importante, senza tessere di partito, si tratti di Roberto Grandi, docente universitario e presidente dell'Istituzione Bologna Musei: è stato assessore alla cultura. E poi Teresa Lopilato, esperta di diritto tributario e leader del progetto della Maratona di Bologna". 

Il ruolo delle Sardine

"Quando sono scesi in piazza durante la campagna per le elezioni regionali, è stato un momento molto bello, non erano lì per mandare a quel paese qualcun altro, quindi se decidono di essere parte della buona politica, sarà molto importante - sostiene Lepore - Sarebbe coerente con la promessa di impegno civile e politico, non essere contro ma per.  una grande rivoluzione. Dopo queste elezioni ci sarà bisogno di persone che si impegnino nelle istituzioni tanto quanto nei partiti o movimenti. La mia lista civica è per chi non ha mai pensato di candidarsi, Mattia Santori ad esempio lo vedrei più in una lista di partito". 

Donne e rapporto con Isabella Conti

Matteo Lepore conferma che ci sarà una vicesindaca, quindi una donna. Riguardo ai rapporti con Isabella Conti: "Ha annunciato di voler rimanere sindaca di San Lazzaro, una scelta che le rende merito, trovo importante e generoso l'intenzione di fare una lista che ci darà una mano, ci sentiamo quotidianamente per condividere il progetto di città. Mi piacerebbe che tornasse nel PD". 

Si sta lavoreando anche con le formazioni più a sinistra: "Un esempio è l'accordo sul Passante", spiega Lepore. 

La destra in città è debole?

"Ho detto che non dobbiamo peccare di arroganza - risponde Lepore - credo che il centrosinistra a Bologna sia forte quando ha creduto nel valore sociale della politica, si è ricordato che prima di tutto deve confrontarsi con le persone l'elettorato, nei quartieri popolari e con il mondo produttivo, quando lo abbiamo dimenticato siamo stati puniti". 

Per Lepore "il centrodestra in questo anno e nei 10 precedenti non ha coinvolto la città, hanno provato a indebolirci dal punto di vista dei singoli, ma noi siamo andati avanti". 

Chi è Roberto Grandi 

Dal 2017 Presidente della Istituzione Bologna Musei.
Dal 2011, attualmente co-Direttore del Master Internazionale Digital Marketing, Communication and New Media alla Bologna Business School (BBS) Università di Bologna.
Dal 2006 Presidente della Associazione Collegio di Cina.
Dal 1974 al 2016 ha insegnato all’Università di Bologna. Professore Ordinario di Sociologia della Cultura dal 2001. Tra gli insegnamenti di questi anni, portati avanti in vari corsi di studio: Comunicazione Pubblica, Comunicazioni di Massa, Comunicazione Politica, Sociologia dell’Informazione, Politiche di sviluppo delle imprese creative e nuove tecnologie.
Dal 2014 al 2016 membro del Comitato Scientifico di Bologna Welcome.
Dal 2012 al 2014 Responsabile scientifico del Bologna City Branding Project.
Dal 2009 al 2011 Presidente di  PromoBologna
Dal 2000 al 2009 Pro Rettore alle Relazioni Internazionali all’Alma Mater Studiorum -Università di Bologna.
Dal 2005 al 2011 membro del Board del Magna Charta Observatory.
Dal 2005 al 2011 Bologna Promoter su nomina del Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica.
Dal 1996 al 1999 Assessore alla Cultura al Comune di Bologna e coordinatore del Comitato per Bologna Città Europea della Cultura del 2000.
Dal 1992 al 1997 Direttore del Corso di Perfezionamento per Operatori della Moda Università di Bologna.
Ha trascorso lunghi periodi di ricerca all’estero. Ha insegnato alla Annenberg School of Communications (University of Pennsylvania) e alla Tongji University (Shanghai). E’ stato Visiting Professor a Stanford University e Brown University.

Chi è Teresa Lopilato

Teresa Lopilato si è laureata in giurisprudenza a Bologna, sua città adottiva, e si occupa di consulenza in materia contrattualistica e tributaria. Per coniugare il suo grande interesse per lo sport con la professione, ha conseguito un master in sport management e si è specializzata in diritto ed organizzazione sportiva. Appassionata di atletica, dirigente sportiva, ha ricoperto per due anni il ruolo di delegata provinciale del CONI point di Bologna. Membro del CTS della Scuola Regionale dello Sport, è attualmente Presidente della Società Sportiva che si occupa dell’organizzazione della prima edizione della maratona di Bologna.

Interporto, licenziati su whatsapp. Lepore: "Cambiare jobs act". Battistini: "PD servo delle lobby"

Covid, l'appello di Lepore ai candidati: "Vaccinatevi"

Elezioni, una lista unica per Coalizione Civica e Coraggiosa. Lepore: "Non abbiamo già vinto"

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, Lepore: "Ecco il simbolo, i miei capilista: Roberto Grandi e Teresa Lopilato"

BolognaToday è in caricamento