Martedì, 3 Agosto 2021
Elezioni Bologna 2021 Centro Storico / Via Ugo Bassi

Elezioni, Salvini a Bologna: "Battistini speranza per la città, ma non voglio forzare la mano"

Nessuno strappo definitivo con il resto del centrodestra. "Non voglio forzare la mano a nessuno", ha infatti tenuto a precisare il leader del Carroccio caldeggiando tuttavia il nome di Battistini

"Conto che Fabio (Battistini, ndr) possa essere la nuova speranza per Bologna". Così il leader della Lega, Matteo Salvini, oggi a Bologna è tornato a caldeggiare la cadidatura di Battistini per il centrodestra alle prossime elezioni comiunali. Il segretario leghista ha fatto un passaggio al gazebo di via Ugo Bassi affiancato dallo stesso Battistini, accolto dagli applausi dei militanti del Carroccio.

L'annunciato arrivo di Matteo Salvini non segna tuttavia uno strappo definitivo con il resto del centrodestra. "Non voglio forzare la mano a nessuno", ha infatti tenuto a precisare il leader del Carroccio: "Per la Lega la squadra e l'unità del centrodestra vengono prima di tutto".  

Dopo Salvini, anche Matteo Renzi quest'oggi sarà in visita sotto le Due Torri per la presentazione del suo nuovo libro.

Matteo Salvini al gazebo di via Ugo Bassi. Inizia la campagna elettorale | VIDEO

Elezioni Bologna, Battistini duro sui tentennamenti del centrodestra

Se l'ex ministro dell'interno oggi usa parole calibrate, Battistini nelle scorse ore si è sbilanciato di più, affondando sul cdx per lo stallo circa l0investitura del candidato. Uno spettacolo "deprimente" e "incapacità conclamata a decidere". Il volto civico già in campo da mesi,   in un lungo post infatti si è scagliato contro i "tentennamenti, veti incrociati, litigi non celati" che si stanno consumando attorno ai caminetti degli stati maggiori dei partiti, di fatto continuando a rimandare una decisione sul volto da opporre a Matteo Lepore alle comunali in autunno.

"Non possiamo permetterlo -  duro Battistini- Bologna che vuole cambiare, non ne può più di questo misero spettacolo sulla nostra pelle. Bologna che vale meno di uno scranno nel cda Rai!  Questo modo di fare è una vera e propria mancanza di rispetto a tutti i cittadini di Bologna e non solo agli elettori di centrodestra. Non meritiamo questa offesa. Bologna come merce di scambio. Bologna come città a perdere.  Non è di questo che abbiamo bisogno, non è di questo che ha bisogno la nostra amata Bologna.  Basta, il tempo è finito".

Cangini, Salvini ribadisce lo stop 

Torna  da Salvini anche lo stop  sul parlamentare azzurro Andrea Cangini a sindaco di Bologna, come vorrebbe Fi, nelle vesti di sfidante del candidato di centrosinistra Matteo Lepore. "Rispetto le idee di tutti", dichiara il leader della Lega oggi sotto le Due torri, ma "abbiamo fatto una scelta come centodestra di non candidare parlamentari nelle città che vanno al voto, per allargare: a Torino un imprenditore, a Napoli un magistrato, a Roma un avvocato, a Milano un medico e a Bologna ci starebbe bene un imprenditore". Questo "in risposta a una sinistra che invece ha scelto l'apparato di partito, e noi parleremo anche a quel 40% di bolognesi di centrosinistra- aggiunge Salvini- che hanno detto di no al sistema Pd, al sistema Coop, al sistema Lepore e hanno fatto una scelta diversa", cioè votare per Isabella Conti alle primarie del centrosinistra. Per la Lega il nome giusto resta quello di Fabio Battistini e chi non è d'accordo "deve proporre un'alternativa", manda a dire Salvini. Ma questa non può essere Cangini: "Fatto salvo che abbiamo detto che parlamentari non ne candidiamo perché è una regola che vale in tutta Italia, se uno mi porta Maradona io e Fabio diamo una mano a Maradona". Salvini dunque conferma l'opzione Battistini, ma senza arrivare alla rottura con gli alleati: "Non è che vado avanti, io confermo la mia stima nei confronto suoi e anche di altri candidati. Ho incontrato Roberto Mugavero e ne ho avuto un'ottima impressione. Lo stesso Cangini è una risorsa assolutamente per Bologna, ho letto di Ilaria Giorgetti, ho letto di tanti nomi validi, mi auguro che tutti possano far parte della squadra". 

Manca il candidato ufficiale, ma Salvini avvia la campagna elettorale. E parte dal traffico

Anche se il centrodestra non ha ancora trovato l'accordo sul candidato sindaco per Bologna, Salvini comunque ha ormai avviato la campagna elettorale. Il via è dal traffico: dal Passante e dalle piste ciclabili, in particolare. Rispetto al primo tema, "c'è una città ostaggio che sta soffocando, qui si parla di green e di ambiente- afferma Salvini, oggi sotto le Due torri- ma c'è Bologna che per i litigi e le beghe del Pd, della sinistra, di Comune e Regione sta soffocando di traffico e di inquinamento, quindi bisogna rivedere i progetti sulle strade, penso al Passante innanzitutto e penso al viaggiare in velocità e in sicurezza". Con l'aspirante sindaco apprezzato dalla Lega, Fabio Battistini, "abbiamo parlato non di assessorati, di chi fa il vice, di chi fa l'assessore all'Urbanistica. Abbiamo parlato di progetti. Bologna sta soffocando di traffico e ho visto questa mattina una pista ciclabile, non so chi è il genio che l'ha disegnata- punge Salvini- in mezzo alle due corsie delle macchine. In un minuto i due ciclisti che avevamo davanti hanno rischiato la vita tre volte". Quindi "vanno bene le biciclette, non in mezzo alla sede stradale, però. C'è il tema del Passante, del tram, della velocizzazione del sistema di trasporto pubblico e privato. Di questo abbiamo parlato", aggiunge il leader della Lega. Inoltre, "c'è il tema di alcune periferie dove c'è il diritto alla vita, alla libertà e al passeggio, anche con la gonna e perfino con la minigonna, questa è la mia ambizione. C'è una città universitaria straordinaria- continua Salvini- che però ha alcune piazze che sono ormai date in appalto a sbandati di vario genere, di questo abbiamo parlato, spero si possa iniziare ufficialmente il prima possibile". 

Comunali 2021, Battistini: "A Bologna serve una spinta" | VIDEO 

"Prima i temi": ma la destra si arena proprio sul nome del candidato 

Elezioni comunali, Letta a Bologna: "Lepore ottimo sindaco. Per Conti ruolo importante"

Marta Collot candidata sindaca: "L'asse PD-M5S incarna in salsa bolognese la politica delle larghe intese"

Renzi dà la 'benedizione' per sostenere Lepore alle elezioni 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, Salvini a Bologna: "Battistini speranza per la città, ma non voglio forzare la mano"

BolognaToday è in caricamento