Venerdì, 22 Ottobre 2021
Elezioni Bologna 2021

Elezioni, Ilaria Giorgetti capolista FI per Battistini: "Siamo gli unici a dare una casa ai moderati"

L'INTERVISTA . La capolista: "Ci siamo attrezzati per parlare anche al centro che guardava a sinistra e che oggi ne è deluso. In città cova la voglia di rifiutare la gente di Lepore"

Ilaria Giorgetti è la capolista della lista che Forza Italia ha presentato per le elezioni comunali di ottobre in sostegno al candidato sindaco Fabio Battistini. Una decisione pensata e tutt'altro che avventata, visto che l'ex presidente del quartiere Santo Stefano aveva già fatto e rese note delle riflessioni autocritiche (qui l'intervista rilasciata prima di fare questa scelta) con qualche riserva sulle tempistiche (troppo lunghe) per decidere chi potesse essere il candidato del centrodestra. Oggi il suo nome è in testa all'elenco di FI e dopo l'annuncio non sono mancate le manifestazioni di soddisfazione da parte di alcune figure politiche fra cui quella dell'onorevole Palmizio. 

"Sono stata nel consiglio comunale e quale presidente del quartiere una sorta di 'sindacalista dei cittadini'. Niente demagogia, contrapposizioni astratte, ma solo rivendicazioni concrete per fare buona la vita dei bolognesi. Mi si è ripresentata l’occasione per farlo in una lista che mi accetta come sono, al punto da farmi, in quanto capolista, candidata simbolica". 

Cosa l'ha convinta a candidarsi? Da parte di chi le prime manifestazioni di appoggio e stima sia dal lunto di vista privato che pubblico?

"Vedo un futuro incerto per la città con la possibile guida di una giunta ideologica e radicale. Ho deciso di darmi da fare per evitare questa prospettiva. Mi hanno incoraggiato molti cittadini del quartiere che ricordano le mie battaglie per la quiete pubblica per la sicurezza o per il degrado, i vertici del mio partito, il presidente Bernini, il vicario Aldo Marchese e il senatore Andrea Cangini oltre ai miei amici".

La sua candidatura: è d'accordo nel definirla "rivincita dei moderati"? 

"Sì, sono orgogliosamente una moderata e non mi rassegno a consegnare Bologna ad una nuova fase di chiacchiere e demagogia. Noi siamo I‘unico partito che dà una casa ai moderati e ai veri riformisti ed europeisti. Basta vedere come il Pd ha bastonato i dissidenti".  

L'onorevole Elio Massimo Palmizio ha definito la sua candidatura nella lista di FI un avvenimento politicamente rilevante: "La candidatura di Ilaria Giorgetti è un avvenimento politicamente rilevante. Indica un cambio di rotta notevole rispetto ad un atteggiamento fin qui rinunciatario e appiattito su un sovranismo che non è mai, in passato,stato il posizionamento politico di un Movimento Liberale, Cattolico,Riformista, Europeista e Atlantico, senz’altro alternativo alla Sinistra, ma mai afflitto da reducismi nazionalisti che tante tragedie hanno causato al nostro Paese. La strada è in salita a causa di rilevanti errori commessi negli ultimi tre anni ma si intravvede finalmente per FI una schiarita all’orizzonte. Come commenta? 

"Belle parole per invitare FI a rialzare la testa. Ma non guardiamo al passato, quanto piuttosto al al futuro, come dice il vicario Aldo Marchese. Soprattutto qui e ora a Bologna di fronte al pericolo estremista".

Cosa è meglio per Bologna nel delicato quinquennio che delimiterà il mandato del prossimo sindaco? 

"Prendere decisioni non ideologiche per migliorare l’ordine pubblico e la sicurezza, la mobilità, la natalità compatibile con il lavoro. Temo che se dovesse vincere Lepore su alcuni temi esempio sicurezza e mobilità la città si ribellerebbe rischiando l’ingovernabilità".

Come valuta il centrodestra rispetto a queste comunali? Come sta predisponendo la campagna elettorale da qui al prossimo 3-4 ottobre?

"Siamo partiti tardi ma abbiamo anche potuto prima assistere a tutta la sceneggiata nella Sinistra conclusasi con candidature estremiste e con l’esclusione di tutti i moderati. In conseguenza ci siamo attrezzati per parlare anche al centro che guardava a sinistra e che oggi ne è deluso. Per quello che mi riguarda contatterò i miei amici, i commercianti, andrò in giro per le strade e segnerò su un notes tutte le problematiche che mi raccontano come ho sempre fatto. Solo l’ascolto vero e non a fini elettorali produce risultati". 

Secondo lei queste amministrative potrebbero riservare delle sorprese? Quali? Qualche previsione?

"Mai dire mai in politica. In città cova la voglia di rifiutare la gente di Lepore. Dobbiamo convincere molti a votare, a non dare per scontato il solito esito elettorale, a sostituire lo scetticismo con la speranza. E comunque a mandare in comune buoni consiglieri comunali. Io ci sono e se saro’eletta saro’la  sindacalista dei cittadini". 

Forza Italia: confermata capolista l'ex presidente del Santo Stefano Ilaria Giorgetti 

Ilaria Giorgetti: l'intervista prima della candidatura 

Elezioni comunali 2021: tutti i candidati e tutte le liste

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, Ilaria Giorgetti capolista FI per Battistini: "Siamo gli unici a dare una casa ai moderati"

BolognaToday è in caricamento