menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Primarie centrosinistra, Isabella Conti fa 'visita' in piazza Verdi

Chiacchierata con Otello Ciavatti. La sindaca di San Lazzaro e candidata alle primarie del centrosinistra vuol mettere "tutti attorno ad un tavolo, anche gli studenti e i più giovani"

Isabella Conti punta dritta su piazza Verdi e propone un "patto di condivisione" per rilanciare la convivenza in città. "Questa piazza- dice Conti ai microfoni di E'tv durante l'incontro con il comitato di Otello Ciavatti- è il simbolo della nostra città. Possiamo cominciare da qui a diffondere una cultura diversa di approccio alla relazione e all'amministrazione pubblica. Con la partecipazione di tutti".

La sindaca di San Lazzaro e candidata alle primarie del centrosinistra vuol mettere "tutti attorno ad un tavolo, anche gli studenti e i più giovani, perché abbiamo bisogno di iniziare una convivenza diversa". Poi, avverte, "se continueranno ad esserci persone che non rispettano le regole, che generano degrado e non rispettano la città e il bene comune, non sentendolo come casa propria ma considerandolo terra di nessuno ci sarà da imporre e far rispettare la legge con grande nettezza".

Nessun timore insomma di parlare di sicurezza e rispetto delle leggi. "Ritengo sia un diritto poter godere della bellezza della città in qualunque ora del giorno e della notte. Per una ragazza sola, per una coppia di anziani, per chiunque", sottolinea Conti.

"E su questo c'è un lavoro da fare, molto serio, che deve coinvolgere tutti. Il tema del decoro e della bellezza è determinante perché se noi lasciamo gli spazi pubblici abbandonati a loro stessi senza premura e cura quotidiana questi diventano per forza scenario di degrado o comunque saranno il luogo nel quale le persone si riconosceranno in quella desolazione".

Dunque in città "abbiamo bisogno di cominciare un progetto molto forte e strutturato sulla bellezza e sul decoro e certamente questo va di pari passo col principio di sicurezza e rispetto delle regole, che deve coinvolgere tutti". Poi, "una volta che avremo tentato in ogni modo di portare avanti un percorso di consapevolezza vero, bisognerà essere anche severi nei confronti di chi queste regole non le rispetta e non è in grado di rispettarle".

Fa da padrone di casa Ciavatti, definito un simbolo di "resilienza" dalla candidata. "Appartengo ad una sinistra che spesso fa fatica a parlare di sicurezza sociale. Penso sia un tema che non riguarda la destra, ma essenzialmente i diritti delle persone, in particolare dei più deboli", puntualizza il fondatore del comitato Piazza Verdi, anch'egli davanti alla telecamera di E'tv. "E' importante che una donna sindaco come lei, che ha fatto tanto per il welfare a San Lazzaro, dica cosa ne pensa su questo tema a Bologna". (Dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I Giardini Margherita, tra tesoretti e sorprese inaspettate

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento